Liceo Castelnuovo, 12 gradi in aula. E la classe esce per protesta

La denuncia degli studenti: “tutti col cappotto da martedì scorso, situazione insostenibile”

Il termometro che segna 12° portato a scuola dagli studenti

Un rientro dalle vacanze natalizie traumatico. “E' da quando siamo tornati a scuola che il riscaldamento non funziona. Martedì scorso c'erano 7 gradi in classe, faceva davvero molto freddo, eravamo tutti coi giacconi e i cappotti. Mercoledì hanno riparato un tubo, faceva ancora freddo ma un po' meno di martedì. Poi deve essersi rotto qualcos'altro, infatti giovedì ci è stato comunicato che c'era un altro guasto, e siamo rimasti nuovamente al freddo. Ieri la stessa cosa, tanto che ci è anche stato detto che anche oggi il riscaldamento non sarebbe stato garantito”. E' quanto denuncia uno studente del Liceo Scientifico Castelnuovo di via Lamarmora, a nome di un'intera classe, la 5D.      

Una classe di 22 alunni, 17 dei quali, stamani, hanno clamorosamente deciso di uscire dall'aula – e dalla scuola – in segno di protesta. “Siamo arrivati alle 8:30, con un termometro per ambienti in mano. Abbiamo rilevato una temperatura di 12 gradi e alle 8:40 abbiamo deciso di uscire”. I ragazzi, infatti, si erano precedentemente informati, scoprendo che “per legge, se la temperatura è inferiore ai 18 gradi circa, non siamo obbligati a restare nell'istituto scolastico ma possiamo andarcene. E così abbiamo fatto, per protesta contro questa situazione insostenibile, sulla base della legge”.  

“Al di là del gesto comunque – spiegano gli alunni – quel che a noi preme maggiormente è che chi di dovere agisca per risolvere quanto prima la questione. Non è possibile che, soltanto al secondo piano della scuola, dove si trovano altre 6 o 7 classi oltre alla nostra, il riscaldamento funzioni in due o forse tre. Vorremmo parlarne con la dirigente scolastica ma non siamo ancora riusciti a trovarla. Stamani siamo andati anche alla succursale in via della Colonna, ma non l'abbiamo trovata”. Anche FirenzeToday ha provato a contattare la dirigente scolastica del Castelnuovo, Maria Giuseppina Delle Rose, sia in sede che in succursale, purtroppo senz'esito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una sua collaboratrice, Elena Fuliggini, ha confermato: "ci sono i tubi rotti, il riscaldamento è spento perchè non funziona. Nei giorni scorsi, invece, la caldaia funzionava ma solo alcuni termosifoni risultavano accesi. Probabilmente, quelli erano i sintomi della rottura che si è verificata successivamente e che i nostri tecnici stanno cercando di risolvere quanto prima". La preside - aggiunge Fuliggini - è stata infromata dell'uscita dei ragazzi, tutti maggiorenni, che risultano assenti".     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ministero e Iss: "Toscana a rischio lockdown, è nello scenario 3". Ipotesi chiusure scuole e tutte attività sociali, culturali e sportive

  • Coronavirus, verso un nuovo Dpcm: ipotesi 'coprifuoco' alle 22 ovunque

  • Coronavirus: nuovo Dpcm nelle prossime ore. Verso la chiusura di palestre e centri estetici, confermato il "coprifuoco"

  • Coronavirus, impennata di nuovi casi: 755 in Toscana 263 a Firenze  

  • Verso un nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre

  • Coronavirus, Careggi torna al lockdown: stop alle visite dei parenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento