rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Forteto: "Regione esclude vittime da progetto reinserimento"

Pietracito all'attacco: "Artemisia messa da parte", aveva chiesto il commissariamento

L'Associazione vittime del Forteto è stata "esclusa" dal lavoro per il progetto "Oltre" della Regione per il resinserimento dei fuoriusciti. Un progetto affidato dal 2015 ad Artemisia, che “con la recente delibera, è stata di fatto emarginata dalle decisioni che riguardano la revisione e il prolungamento del progetto malgrado il delicato e proficuo lavoro svolto in questi anni". A denunciarlo è il Presidente dell'Associazione, Sergio Pietracito.

Parole che rinfocolano le polemiche sulla volontà della politica di prendere una direzione chiara una volta per tutte sulla vicenda. “Protagonisti del ‘nuovo’ progetto - spiega la nota dell'Associazione vittime - sono oltre alla Regione Toscana, l’Unione dei Comuni del Mugello e la Società della Salute del Mugello. Scelta rischiosa e preoccupante poiché, nonostante le iniziative assunte nel corso degli ultimi anni, queste istituzioni, così come buona parte della comunità locale, sembrano ancora lontane da una completa assunzione di responsabilità e presa di distanza dal ‘sistema Forteto’ e dai suoi responsabili e rappresentanti".

"Le istituzioni, toscane e non - prosegue Pietracito - continuano ad ignorare ciò che ha statuito una sentenza passata in giudicato", "negando la commistione tra cooperativa e comunità" e che "di fatto continuano ad accreditare il sistema Forteto e si sottraggono all’individuazione e al pieno riconoscimento delle responsabilità istituzionali, professionali e personali. In questo modo certo non sostengono i processi di rielaborazione individuale che faticosamente e con coraggio le vittime del Forteto stanno compiendo”.

"Nella documentazione del progetto Artemisia - conclude l'Associazione - ha più volte testimoniato l’inesistente proclamata discontinuità nella gestione della Cooperativa Il Forteto evidenziando come quest’ultima sia stata ritenuta responsabile civilmente per i fatti commessi dagli imputati dalla sentenza del dicembre 2017", chiedendone il commissariamento. Ed ora, secondo le vittime, il suo ruolo nel progetto di reinserimento viene indebolito. Sarà un caso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forteto: "Regione esclude vittime da progetto reinserimento"

FirenzeToday è in caricamento