menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forteto, Vicchio e Dicomano con il Commissario: "Ora indaghi il Parlamento"

Storica seduta congiunta, Marzetti: "Vergogna di Stato". Commissione parlamentare: via fissato per il 6 febbraio

I consigli comunali di Dicomano e di Vicchio riuniti insieme, per la prima volta, per parlare del Forteto. Con i due sindaci Filippo Carlà Campa e Stefano Passiatore che hanno accolto l’invito del Commissario Marzetti, intervenuto nella riunione, "a lavorare insieme e battersi affinché la Commissione parlamentare faccia luce sui fatti ancora non chiariti e individui proposte per rendere giustizia a tutte le vittime con indennizzi adeguati".

A renderlo noto, in una nota congiunta, sono i due comuni. Durante la serata il commissario Jacopo Marzetti ha definito il caso Forteto una "vergogna di Stato".

L’insediamento della Commissione parlamentare è fissato per giovedì 6 febbraio, sempre se non ci sarà l'ennesimo rinvio. L'organismo è finora rimasto bloccato a causa dell'impasse che si è creata nella maggioranza, e in particolare fra Partito democratico e Movimento 5 Stelle, sulla scelta del presidente della commissione.

I comuni di Vicchio e Dicomano hanno manifestato e richiesto unanimemente "apprezzamento del lavoro commissariale, discontinuità nella gestione economica e giustizia per tutte le vittime".

"Viva soddisfazione per gli orientamenti emersi" è stata espressa anche dall'Unione dei Comuni del Mugello che ha auspicato anche "che il completo e definitivo risarcimento delle vittime, il distacco dalla gestione storica e la liberazione dal retaggio culturale che la contraddistingueva, favoriscano l'ulteriore ancoramento della cooperativa al territorio in modo da costituire la base per la crescita produttiva del Forteto e dell'intero Mugello". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento