Forteto, sopralluogo della Commissione. I parlamentari si fermano a pranzo, anzi no

Dietrofront della Presidente Piarulli dopo la mail con il menù. Donzelli e Mugnai: "Proposta inopportuna ed offensiva"

Per anni è stato frequentato da magistrati e politici che si sono fermati a gustare i suoi prodotti accreditandolo anche nella funzione (inesistente dal punto di vista formale) di accoglienza minori. Oggi al Forteto la Commissione d'inchiesta parlamentare ha pensato per un attimo di pranzare proprio in quel luogo. Poi è scoppiata la polemica e il caso è rientrato.

A denunciare il fatto i deputati toscani e membri della Commissione d'inchiesta sul Forteto Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia e Stefano Mugnai di Forza Italia: "Lunedì 19 ottobre la Commissione d'inchiesta parlamentare sul Forteto si recherà nella struttura di Vicchio per un sopralluogo. Stamattina in ufficio di presidenza dell'organismo abbiamo chiesto ed ottenuto l'annullamento del pranzo organizzato dal Forteto per i parlamentari: una situazione del genere sarebbe stata del tutto inopportuna e offensiva nei confronti delle vittime e delle istituzioni che rappresentiamo", sottolineano in una nota.

"La Presidente della Commissione Piarulli, del Movimento 5 Stelle - aggiungono - aveva inviato ieri a tutti i membri che la compongono una email con le istruzioni per il pranzo: una proposta che è apparsa subito come grottesca e strabiliante".

"Per lunghi anni il Forteto, dove sono stati abusati minori e perpetrate violenze fisiche e psicologiche, - proseguono - è stato frequentato da magistrati e politici, che venivano accolti nelle 'sacre stanze' realizzate per mostrare il valore della struttura, e si fermavano proprio a pranzo o a cena. E' anche grazie a questi metodi la comunità del guru Rodolfo Fiesoli ha potuto accreditarsi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Premesso che pranzare in una struttura su cui si indaga sarebbe inopportuno in qualsiasi situazione, - sottolineano - è inaccettabile che il Parlamento possa soltanto pensare di somigliare anche lontanamente ai metodi di allora. Vogliamo che la Commissione sia forte e inoppugnabile. Dopo i crimini che sono stati compiuti al Forteto sono passati molti anni, le sentenze sono state emesse, politici e giornalisti hanno denunciato quello che è accaduto, - concludono Donzelli e Mugnai - ma ancora molto deve essere fatto per la verità su questa vergognosa vicenda e per emancipare quella struttura dal passato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: le regole per negozi, supermercati e centri commerciali 

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento