Forteto, parla il commissario: “Parola d’ordine discontinuità”

Jacopo Marzetti è arrivato una settimana fa alla cooperativa mugellana

Il commissario Marzetti davanti alla bottega del Forteto

Il 21 dicembre la cooperativa il Forteto (di Vicchio) è stata commissariata dal Governo giallo-verde.

Dopo due inchieste regionali e una inchiesta parlamentare, che stenta a partire, circa una settimana fa è arrivato in Mugello Jacopo Marzetti nominato dal Ministero dello sviluppo economico come commissario governativo della cooperativa il Forteto.

Marzetti, avvocato di 36 anni, è anche Garante per i diritti dell’infanzia della Regione Lazio; ha un compito difficile da portare a termine: riuscire a rilanciare la cooperativa che è stata macchiata dal processo per maltrattamenti e abusi su minori. 

Da sette giorni ha una fitta agenda di appuntamenti, ha incontrato amministratori locali, regionali e anche dipendenti dell’azienda.

In tutto circa un centinaio di persone hanno a che fare con la cooperativa tra soci-dipendenti, fornitori e lavoratori stagionali.

Commissario qual è la prima azione che intende fare?

“La prima azione che intraprenderò sarà quella di garantire il livello occupazionale, la continuità aziendale e il rilancio della stessa infine portare in atto i punti fissati dal Ministero per garantire equità sociale “

Lei parla di discontinuità, in che senso? Farete piazza pulita di coloro che sono stati coinvolti nel processo?

“Il Ministero - ha detto il commissario - ha evidenziato 6 punti sui quali stiamo lavorando e su cui prenderemo ulteriori atti”.

Che tipo di rapporto ha con le vittime?

“Stiamo approfondendo la questione e abbiamo avuto diversi incontri istituzionali, in futuro ci saranno incontri anche con le vittime, ovviamente daremo tutele a coloro che hanno subito violenze in base alle sentenze e alla normativa nazionale e Europea”.

La cooperativa ha avuto un grande successo negli anni passati grazie a una base economica forte oppure a causa di lavoro ‘gratuito’ anche da parte di minori?

“Su questo c’è un procedimento in corso, la magistratura farà luce. Per ora la mia priorità è rilanciare l’azienda”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 1 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento