menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Migranti: focolaio di coronavirus nel Cas di Fiesole  

Il sindaco Ravoni rassicura la popolazione 

Un focolaio di 22 casi Covid a Fiesole si è sviluppato tra gli ospiti di un Centro di accoglienza straordinaria (CAS) a Borgunto. Si tratta di giovani sotto i trent’anni, tutti asintomatici, che sono stati subito isolati e messi in quarantena sotto il monitoraggio dell'Azienda sanitaria. In seguito ad una riunione di urgenza in Prefettura ieri ne è stato disposto il trasferimento negli alberghi sanitari che avverrà nella giornata di oggi.

Il focolaio è stato scoperto dopo che un ospite del CAS che svolgeva servizio di volontariato in un altro Comune, essendo venuto a contatto con un soggetto positivo, è stato sottoposto alle analisi di rito. Dopo l’esito di positività al Coronavirus, i test sono stati estesi anche agli altri ospiti della struttura. La ASL, insieme alla Cooperativa che gestisce il CAS, ha inoltre effettuato prontamente tutti gli accertamenti di tracciamento per risalire agli eventuali contatti avuti dai positivi nei giorni scorsi.


Il Sindaco Anna Ravoni rassicura la popolazione sul fatto che la situazione sia assolutamente sotto controllo visto che i ragazzi in pratica non hanno avuto contatti con l’esterno. “Nonostante i casi in aumento in tutta  la Toscana e la difficoltà da parte di ASL nel reperire posti negli alberghi sanitari, la situazione è stata gestita bene grazie ad un intervento immediato e sinergico di Prefettura, Asl, Comune e Cooperativa” è il commento di Ravoni.

Focolaio nella Rsa dell'Isolotto

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in arrivo il pass vaccinale per spostarsi in libertà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento