Fiumi sopra il secondo livello di guardia: frane, alberi caduti e disagi

Sono molte le segnalazioni di alberi e rami caduti. Il colmo della piena dell'Arno alle 13:00 circa

Foto del 17 novembre

I fiumi toscani sorvegliati speciali. L'Ombrone Pistoiese e il Sieve a Dicomano hanno superato il secondo livello di guardia, il Bisenzio l'ha sfiorato. Sono state molte le segnalazioni di alberi e rami caduti nella notte e durante le prime ore della giornata. 

La sala di Protezione civile della Città Metropolitana segnala che durante la notte sono piovuti sul territorio fino a 40/50 mm di pioggia. "Questo - spiega Massimo Fratini, consigliere della Metrocittà delegato alla Protezione civile - ha comportato un nuovo aumento dei livelli dei corsi d'acqua, con il secondo livello superato da Ombrone Pistoiese e Sieve a Dicomano, mentre è stato sfiorato dal Bisenzio. Tuttavia, al momento le precipitazioni sono in forte attenuazione e comunque la parte principale della perturbazione è passata".

Si verificherà un aumento, prevedibile, dei livelli idrometrici dell'Arno che agli Uffizi e a Rosano ha superato il I livello di guardia. La situazione non desta preoccupazione "ma va monitorata".

A causa del maltempo si sono verificate frane diffuse, con segnalazioni di alberi e rami a terra soprattutto nella zona empolese. Alle 9:30 in più si sono creati appozzamenti a Scandicci, è caduto un palo della Telecom (linea secondaria) vicino al cantiere per la passerella di San Donnino e alcuni fenomeni erosivi sugli argini del Vingone dove i vigli del fioco stanno intervenendo. La situazione, comunicano dalla sala della Protezione civile continua ad essere sotto controllo.

Aggiornamento delle 12:30

Il colmo della piena dell'Arno si dovrebbe verificare alle 13:00 per andare piano piano a diminuire.

I livelli idrometrici dei fiumi Bisenzio e Ombrone PT sono in diminuzione.

Nonostante precipitazioni siano terminate si riscontrano ancora problemi diffusi sulla viabilità per caduta alberi, frane e allagamenti.

Chiusa la SP17 Alto Valdarno per frana tra il km 2 e il km 3 (tra le località Leccio e Cancelli).

Si consiglia di prestare la massima attenzione negli attraversamenti dei corsi d'acqua e percorrendo la viabilità per la possibile presenza di ostacoli sulla sede stradale (rami, sassi, ecc...). Si invitano i cittadini a seguire le indicazioni dell'autorità di protezione civile locale (Comune) e tenersi aggiornati tramite i canali informativi istituzionali.

Maltempo domenica 22 dicembre

Più di 300 interventi in tutta la Toscana

Maltempo: crolla un muro, via chiusa al traffico

Le immagini dell'Arno in piena: il video

Chiusa la Tosco Romagnola

Chiuso il ponte della Zambra

Frana e strada chiusa a San Casciano

Pontassieve: esonda il Sieve, chiuse strade e sottopassi

Scandicci: alberi caduti, allagamenti e edifici danneggiati

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm: slitta la firma, tutti i dubbi delle Regioni

  • Montespertoli: si getta nel vuoto dopo una lite in casa, muore quindicenne

  • Ristoranti, due locali di Firenze nella classifica dei migliori ristoranti di lusso

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da lunedì

  • I migliori locali low cost d'Italia, cinque sono a Firenze. Ecco dove mangiare bene e spendere poco

  • Coronavirus: nuovo record di contagi in Toscana, oltre 2.000 nuovi casi e 13 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento