rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Centro Storico / Via Camillo Benso Cavour

Tav: 3mila firme contro il tunnel al Consiglio regionale | VIDEO

Consegnate le firme contro il tunnel. Il comitato: "Con le firme raccolte chiediamo di sospendere i lavori perché il sottoattraversamento tav è un'opera sostanzialmente inutile"

Stamani un centinaio di rappresentanti del comitato Notunneltav hanno manifestato in via Cavour davanti alla sede della prefettura e del Consiglio regionale della Toscana per chiedere di fermare il nodo fiorentino dell'Alta velocità e il sottoattraversamento della città. I Notav hanno consegnato le 3mila firme raccolte alla Giunta regionale, in prefettura, Provincia e Comune. Secondo Tiziano Cardosi, del comitato Notunneltav, "con le firme raccolte chiediamo di sospendere i lavori perché il sottoattraversamento tav è un'opera sostanzialmente inutile per il sistema dei trasporti, ed è pericolosa per l'ambiente. Inoltre è un'opera molto cara e prima ancora che la talpa inizi a scavare già registriamo un aumento dei costi di 190 milioni di euro, pari al 30%".   

CONSIGLIO - Poi durante il Consiglio regionale la mozione per la sospensione dei lavori del sottoattraversamento dell’Alta Velocità, presentata da Mauro Romanelli (Gruppo Misto), è stata respinta. Il testo, bocciato con i voti contrari di Pd, Pdl e Udc, l’astensione di Idv e del consigliere del Gruppo Misto Pieraldo Ciucchi, e il voto a favore di Lega Nord Toscana, FdS/Verdi e del consigliere del Gruppo Misto Dario Locci, intendeva impegnare la Giunta ad attivarsi presso il governo nazionale e Ferrovie dello Stato per chiedere: “dove, con quali modalità e con quali costi, saranno conferite le terre di scavo”; “procedere ad una nuova valutazione del rischio sismico”; “riconsiderare l’effettiva utilità dell’opera”; “proporre la rimodulazione dell’impiego di ingenti risorse pubbliche coinvolte per avere un quadro comparativo di risorse da destinare all’attraversamento di superficie, al rafforzamento e riqualificazione del trasporto pubblico locale, alla tutela del territorio”.

SERPENTONE - Durante la consegna delle firme i manifestanti hanno organizzato un presidio itinerante, con uno striscione di 35 metri, prima davanti alla sede del Consiglio regionale e della Provincia e successivamente in piazza Duomo, davanti alla sede della Giunta Regionale, per poi arrivare davanti a Palazzo Vecchio. Lo striscione, spiega una nota dei manifestanti, "é passato dai luoghi simbolo del turismo internazionale e vuol essere un gesto simbolico per far sapere fuori dai confini cittadini l'assurdità di un progetto di cui Firenze dovrà vergognarsi nel futuro".   



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tav: 3mila firme contro il tunnel al Consiglio regionale | VIDEO

FirenzeToday è in caricamento