Firenze-San Pietroburgo in bici, 5.400 km ripercorrendo la Cortina di Ferro

Quattro amici fiorentini pronti per l'impresa: "Un sogno che si avvera"

I 'Riciclabili': Jacopo, Niccolò, Giacomo

Da Firenze a San Pietroburgo in bicicletta. Una pazzia? “No, un sogno che si avvera”, parola di Jacopo, Niccolò e Giacomo, tre amici fiorentini che assieme a Cesar, fiorentino di 'adozione', sono pronti per l'impresa.

Partenza il 17 luglio, attraverso 10 Paesi e 5 capitali: da piazza Signoria al Palazzo d'Inverno per oltre 5mila400 chilometri in 80 giorni. Cento chilometri al giorno, qualche sosta qua e là, passando per Bologna, Graz, Bratislava, Vienna, Berlino e poi ancora più su, in Polonia e attraverso i Paesi Baltici, Stettino, Riga, Tallin, con arrivo previsto per fine settembre.

Un viaggio tra sport, divertimento e memoria storica. “Percorreremo la Cortina di Ferro, il confine che separava l'Europa. Un modo per dire: basta muri, in un mondo che torna a proporli”, spiegano i quattro, già in contatto con ciclisti di mezza Europa, pronti ad ospitarli o unirsi a loro.

“Perché chiunque può pedalare con noi, non serve un eccessivo allenamento, quello viene strada facendo, siamo persone 'normali'”, assicura Giacomo, 36 anni, che sulle due ruote lavora ogni giorno come corriere per 'Ecopony Express', recapitando consegne in tutta Firenze.

I quattro amici hanno fondato I Riciclabili, sorta di associazione che organizza iniziative in bicicletta e promuove un turismo sostenibile e responsabile. “La bici è una scoperta continua, un modo per vivere il nostro tempo e il nostro territorio in maniera diversa, lontano dai circuiti tradizionali e vicino alle persone, un viaggio più lento che ti permette di conoscere davvero luoghi e persone”, dice Jacopo, 37 anni, che nella vita si divide tra i mestieri di architetto, professore di storia dell'arte e guida ambientale.

Le biciclette sono quasi pronte, sponsorizzate da Simoncini, artigiano di Castelfiorentino (Valdelsa). Ora non resta che pedalare. “Con la determinazione si arriva ovunque”, assicura Niccolò, 35enne, presidente di Almacalende (onlus che si occupa di agricoltura naturale e bioedilizia).

Serviranno gambe, ma anche qualche soldo. E allora sul sito I Riciclabili è partito il crowdfunding per sostenere l'impresa: “Puntiamo a 5.400 euro, come i chilometri che percorreremo. Un euro a chilometro, dai, dateci una spinta!”, scherzano i ciclisti. La partenza sarà a Palazzo Vecchio: “Terremo un diario di bordo, viaggiate con noi seguendoci su Facebook”. Non c'è che dire, buona pedalata.

c

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento