Firenze – San Pietroburgo in bici: impresa riuscita per due amici fiorentini / FOTO

Jacopo e Niccolò alla meta dopo 80 giorni e 5mila km: “Ce l'abbiamo fatta!”

Jacopo e Niccolò a San Pietroburgo

Da Firenze a San Pietroburgo in bicicletta: impresa riuscita. La parola giusta, 'impresa': oltre 5mila chilometri percorsi in sella in 80 giorni, attraversando 10 Paesi europei, centinaia tra villaggi, città e capitali, ripercorrendo quella che un tempo era la cortina di ferro. Il viaggio, iniziato il 17 luglio scorso, si è concluso pochi giorni fa, sabato 30 settembre.

“Siamo arrivati! Incredibile ma vero, ce l'abbiamo fatta. Come? Non lo sappiamo neanche noi, o forse sì. Determinazione, sostegno di amici, tanta birra e cibo a profusione, compagni di viaggio fantastici, ospitalità, pazzia, suerte. Tutto. Un mix di ingredienti che hanno poco a che fare con la preparazione fisica e molto con il cuore e la testa”, l'annuncio a caldo su Facebook di Jacopo Bardi, arrivato nella storica città russa, la ex Leningrado, assieme all'amico Niccolò Giordano.

Entrambi fiorentini, legati dalla passione per la bici, che li ha portati a fondare l'associazione 'I riciclabili', sul cui sito web hanno raccontato in lungo e largo il viaggio svolto. Un “viaggio lento, alla portata di tutti”, non si sono stancati di ripetere, con lo scopo di “conoscere luoghi e persone sul nostro percorso, dedicando ad ogni esperienza il tempo necessario”.

“La peculiarità di questo viaggio, oltre a rappresentare una filosofia di vita - il 'viaggio lento e cicloturistico', che significa curiosità, tenacia, passione, rischio, memoria, volontà di unire, di non aver paura del mondo e bramosia di abbattere muri e pregiudizi -, consiste nell'avermi permesso di verificare ancora una volta che il percorso è più bello della destinazione. Una banalità, lo so, ma che non possiamo ignorare nell'epoca dell' "obiettivomania", quell'ossessionante bisogno indotto di "rigare dritti verso la meta, il più velocemente e freddamente possibile", noncuranti di cosa e chi ci passa accanto”, ha invece scritto Niccolò.

Il viaggio lo hanno raccontato con tantissimi post e foto su Facebook e sul loro sito www.riciclabili.net, dove hanno descritto le strade percorse, le persone incontrate e le città visitate. Negli ultimi post, ormai prossimi all'arrivo, un po' di ironica nostalgia. “Ho bisogno di pizza, mozzarella e olio extravergine di oliva!”, uno degli ultimi post di Jacopo.

“Ora la destinazione più bella: casa!”, si leggeva nei giorni scorsi sul profilo di Niccolò. I due sono rientrati a Firenze ieri. Su Facebook hanno annunciato una maxi festa per il prossimo 12 ottobre: dopo un'impresa del genere, se la meritano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento