rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca Rifredi / Via Ferdinando Magellano

Bollette dell'acqua non pagate: rischio rubinetto a secco per 210 appartamenti

Con l'utenza condominiale non si sa chi è che non paga e rischiano di rimetterci tutti

Ben 53mila euro di bollette non pagate a Publiacqua. Sembra una follia, ma succede in via Magellano, zona Firenze Nova, dove un'utenza condominiale di 210 appartamenti popolari risulta morosa di tale somma.

Difficile pensare alla dimenticanza di un paio di fatture, vista la cifra. Il guaio è che in caso di utenze condominiali Publiacqua fa riferimento solo al contatore unico condominiale, che racchiude tutte le utenze, e la cui lettura spetta all'amministratore (in questo caso Casa Spa, trattandosi di case popolari) o alla società letturista di turno.

A Publiacqua risulta dunque moroso l'intero condominio, così ha mandato una lettera di diffida a tutti i condòmini avvisando che sarà “costretta a limitare o interrompere la fornitura idrica” a partire dal 10 aprile. Tre giorni fa.

Il caso è finito anche in consiglio comunale, lunedì scorso, con un 'question time' di Silvia Noferi (Movimento 5 Stelle) all'assessore alle partecipate Lorenzo Perra. “Publiacqua segnala da molti anni la morosità di quell'utenza condominiale - ha detto Perra -. Il problema è che non può individuare i singoli morosi”. Che vista la cifra, sembrerebbero più d'uno.

I singoli morosi dovrebbero però essere noti alla 'società letturista' incaricata di comunicare il dato complessivo, assieme al pagamento, a Publiacqua.

“L'amministrazione comunale intervenga, non può lavarsene le mani. Deve trovare una soluzione, attivarsi per individuare i morosi e, trattandosi di alloggi popolari, fare sostituire al più presto il contatore unico con contatori individuali. Chieda anche a Publiacqua, essendo una partecipata, di rateizzare la cifra, senza far staccare l'acqua a tutti”, chiede Noferi.

“A Firenze il problema delle utenze condominiali è diffuso, più che in altre città. Abbiamo varato tre anni fa un nuovo regolamento che vieta le utenze collettive alle nuove costruzioni. Ma per le vecchie non possiamo obbligare alla 'singolarizzazione'”, la replica dell'assessore.

E così, di fatto, senza sapere chi ringraziare tutti i 210 nuclei familiari sono a rischio. Per il momento l'acqua resta. Nei prossimi giorni però Publiacqua potrebbe limitare l'erogazione, come primo passo prima della sospensione. Così facendo a rimetterci saranno i piani alti, mentre in basso le differenze saranno quasi nulle. Ma se i morosi fossero proprio al pian terreno?

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette dell'acqua non pagate: rischio rubinetto a secco per 210 appartamenti

FirenzeToday è in caricamento