Aumenta l'inflazione: a Firenze i prezzi più alti dal 2013

Salgono alberghi, pacchetti vacanze e telefonia. In calo il carrello della spesa e i trasporti ferroviari

Inflazione in crescita a Firenze nel mese di dicembre. La variazione mensile è +0,2%, mentre a novembre era -1,1%. È quanto emerge nell’anticipazione dei risultati del calcolo dell'inflazione a Firenze per il mese di dicembre 2015 (che dovranno essere poi confermati dall'Istat) secondo gli indici per l'intera collettività nazionale. La variazione annuale è +0,8%, mentre a novembre era +0,1%: si tratta del valore più alto da ottobre 2013. A trainare il tasso verso l’alto sono gli alberghi, i pacchetti vacanza e la telefonia; sono però in calo il carrello della spesa, gli alimentari, i carburanti e i trasporti ferroviari. 

In dettaglio, rispetto al mese precedente, si sono registrati gli aumenti nei Servizi ricettivi e di ristorazione (+1,7%), nelle Comunicazioni (+1,1%) e Ricreazione spettacoli e cultura (+0,9%). In calo prodotti alimentari e bevande analcoliche (-0,6%). Nella divisione servizi ricettivi e di ristorazione si registra il forte aumento dei servizi di alloggio: +6,3% rispetto a novembre 2015 e +15,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Nelle comunicazioni si registra l’aumento gli apparecchi telefonici e telefax (+5,5% rispetto al mese precedente, +2,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). La variazione tendenziale dell’intero capitolo passa da -0,5% di novembre a +0,4% di dicembre. Nella divisione ricreazione spettacoli e cultura sono in aumento i pacchetti vacanza: +12,0% rispetto a novembre ma -1,0% rispetto a dicembre 2014.

La variazione negativa su base mensile dei prodotti alimentari e bevande analcoliche è dovuta alle diminuzioni della frutta (-7,3% rispetto al mese precedente ma +7,6% rispetto a dicembre 2014) e vegetali ( 0,9% rispetto al mese scorso ma +6,1% rispetto a dicembre 2014). Sono in aumento i pesci e prodotti ittici (+2,6% su base mensile e +4,2% su base annuale). La variazione annuale del capitolo passa da +1,3% di novembre a +2,2% di dicembre. Nella divisione trasporti sono in diminuzione i carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto ( 1,2% su base mensile, -10,5% su base annuale) e i trasporti ferroviari passeggeri (-2,5% rispetto a novembre 2015 e -5,6% rispetto a dicembre 2014). In aumento il trasporto aereo passeggeri (+5,3% su base mensile ma 20,6% su base annuale).

La rilevazione si è svolta dal 1 al 21 del mese di dicembre su oltre 900 punti vendita (anche fuori dal territorio comunale) appartenenti sia alla grande distribuzione sia alla distribuzione tradizionale, per complessivi 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere. Sono poi considerate anche quotazioni di prodotti rilevati nazionalmente e direttamente dall'Istituto Nazionale di Statistica. I pesi dei singoli prodotti sono stabiliti dall'Istat in base alla rilevazione mensile dei consumi delle famiglie e dai dati di contabilità nazionale.

Per quanto riguarda il carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono diminuiti di -0,3% rispetto al mese precedente. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono in aumento di +0,1%. I beni, che pesano nel paniere per circa il 52%, hanno fatto registrare a dicembre 2015 una variazione di +0,1% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. I servizi, che pesano per il restante 48%, hanno fatto registrare una variazione annuale pari a +1,3%. Scomponendo la macrocategoria dei beni, si trova che i beni alimentari registrano una variazione annuale pari a +2,3%. I beni energetici sono in diminuzione di -5,8% rispetto a dicembre 2014. I tabacchi fanno registrare una variazione +3,7% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La componente di fondo (core inflation) che misura l’aumento medio senza tener conto di alimentari freschi e beni energetici fa registrare una variazione pari a +1,2%. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Follia in Appennino: contromano per 40 chilometri sull'autostrada A1

  • Toscana in "zona gialla rafforzata": cosa si potrà fare e cosa no

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 13 gennaio 2021: le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, 529 casi in Toscana. A Firenze 116 nuovi positivi e 3 decessi

  • Scomparso nel Senese la vigilia di Natale, lo ritrovano perché ubriaco si schianta a Firenze contro un semaforo

  • Nuovo Dpcm e spostamenti per andare dai congiunti fuori regione: cosa succede da sabato 16 gennaio

Torna su
FirenzeToday è in caricamento