menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiorentina: la Soprintendenza stoppa il centro sportivo a Bagno a Ripoli

Il sindaco Francesco Casini: "Non è uno stop definitivo ma per migliorare il progetto"

Arriva uno stop inatteso da parte della Soprintendenza al nuovo centro sportivo della Fiorentina targata Commisso.

La conferenza dei servizi, che ieri avrebbe dovuto portare a un altro step importante verso l’ok definitivo al progetto, non si è chiusa.

La Soprintendenza non ha detto 'no' al progetto ma pare che servano degli 'aggiustamenti' ai piani iniziali.

Si parlerebbe, in particolare, di aspetti paesaggistici. La soprintendenza avrebbe chiesto una riduzione delle altezze e un miglioramento sotto il profilo dell’inserimento dell’opera, dei parcheggi.

“C’è delusione – ha detto a Fiorentina.it il sindaco Francesco Casini – perché poteva essere una giornata molto importante non solo per Bagno a Ripoli. Avremmo potuto chiudere il procedimento ma purtroppo dovremmo attendere un mese e mezzo di lavori".

"Sicuramente arriveremo ad un progetto anche migliore grazie al lavoro che faremo anche con la Soprintendenza. Sono fiducioso perché so che abbiamo a che fare con ottimi professionisti - ha aggiunto Casini - Noi cercheremo di essere il più rapidi possibili perché questo è un progetto importante per tutta l’area fiorentina, non solo per Bagno a Ripoli".

"Si parla comunque di un progetto già ad alta sostenibilità - ha poi precisato Casini, sempre a Fiorentina.it -. La Soprintendenza ci ha ribadito che questo è un progetto che anche loro vogliono portare fino in fondo. Non è uno stop definitivo ma per migliorare il progetto".

Sia come sia, 'l'inciampo' nell’inter burocratico per la realizzazione del centro sportivo, subito rimbalzata negli States, non ha affatto reso felice Commisso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento