Fiorentina, verso il restyling del Franchi. Commisso: “Fate presto”

L’incontro tra il sindaco Nardella e il patron dei viola

Rocco Commisso e Dario Nardella, foto di repertorio

La Fiorentina dell'era Commisso preferirebbe un restyling dello stadio Artemio Franchi, facendo così tramontare l’idea di realizzare un nuovo stadio in zona Novoli. Questo è quanto rivelato stamani da la Repubblica di Firenze dopo l’incontro di ieri a Palazzo Vecchio tra il patron dei Viola e il sindaco Dario Nardella.  Commisso ha anche esortato a "fare presto”.

Prima dell'eventuale ristrutturazione del Franchi, l'ipotesi dovrà essere vagliata dalla Soprintendenza dei beni culturali visto che il bene è vincolato. Le parti da mantenere intatte dello stadio sono le scale elicoidali, le tribune e la pensilina Nervi. Da demolire e rifare le curve (Fiesole e Ferrovia) che saranno verrebbero trasformate in tribune. Quello sarebbe il nuovo volto del Franchi: si passerebbe da una forma a D a una rettangolare.

Il costo previsto per i lavori è stimato in 150milioni di euro, con i cantieri che non comporterebbero disagi: i viola non giocheranno altrove perché i lavori verrebbero realizzati in maniera graduale.

Nardella ha poi chiarito a Commisso riguardo la necessità di tutelare gli abitanti di Campo di Marte, sviluppando un parcheggio interrato e facendo arrivare la tramvia allo stadio entro 5 o 6 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Lavoro: concorso per 84 assunzioni in Regione Toscana

  • Coronavirus, mistero sulla comitiva "fantasma" rientrata a Firenze dalla Cina

Torna su
FirenzeToday è in caricamento