Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Serata sfortunata per Ribéry: prima l'infortunio, poi la scoperta dei ladri a casa

Il campione francese ha dovuto abbandonare il campo al 66' per un problema alla caviglia operata. Rincasato ha scoperto che la sua abitazione era stata visitata dai ladri

 

Serata storta per Franck Ribéry nonostante la vittoria della Fiorentina. L'asso francese, rientrato da tre partite dopo un lungo infortunio, durante la sfida contro il Parma è stato costretto ad abbandonare il campo dopo circa un'ora di gioco a causa di un riacutizzarsi del dolore alla caviglia.

La sfortuna del francese, tuttavia, non si è limitata al problema fisico: tornato nella sua abitazione di Bagno a Ripoli dopo la trasferta emiliana, il calciatore si è accorto che la stessa era stata visitata da alcuni ladri. Sul posto intervenuti i carabinieri.

Attraverso i social network è arrivato anche lo sfogo di Ribéry, un messaggio carico di delusione che apre anche ad un clamoroso addio al termine della stagione: "Al ritorno dalla vittoria contro il Parma, sono rientrata a casa mia. Casa mia in Italia, Paese nel quale ho deciso di proseguire la mia carriera dopo gli anni positivi a Monaco. Ecco cosa ho scoperto... Allora, sì mia moglie ha perso qualche borsa, qualche gioiello ma grazie a Dio questo non è essenziale. Quello che mi sciocca è l'impressione di essere a nudo, impotente e questo non mi passa, non lo accetto. Grazie a Dio mia moglie e i miei figli erano al sicuro a Monaco, ma come posso fidarmi ora? Come mi/ci dobbiamo sentire oggi dopo questo? Io non corro appresso ai milioni, grazie a Dio non ci manca niente, ma corro appresso a un pallone, perché é la mia passione. Ma passione o no, la famiglia viene davanti a tutto e noi prenderemo la decisione necessaria per il nostro benessere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento