Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Finanziamenti esteri alla politica: decine di migliaia di euro dagli Usa ai candidati PD alle ultime elezioni regionali toscane

Pioggia di denaro dall'azienda californiana Social Changes Inc. per finanziare la campagna elettorale dei candidati toscani Pd. La società non condivide i nomi dei suoi donatori, né il bilancio delle proprie attività

Il principale finanziatore del centrosinistra è un'azienda statunitense, si chiama Social Changes Inc. ed è basata a Santa Monica (California): diretta da persone molto vicine ai Democrats 'obamiani', già nel 2019 era entrata nel giro dei finanziamenti alla politica in Italia: 150.000 euro per sostenere due candidati giovanissimi del Pd alle Europee. L'anno scorso invece ha messo sul piatto 315.000 euro per finanziare una ventina di candidati alle Regionali. Lo scrive l'edizione odierna de il Fatto Quotidiano.

Inchiesta sulla fondazione renziana Open: perquisiti imprenditori

Quasi tutti sono rappresentanti del Pd, gli altri di Articolo Uno. E molti sono toscani. È tutto tracciato nei documenti pubblici, tranne un punto: Social Changes non condivide i nomi dei suoi donatori, né il bilancio delle proprie attività. Impossibile quindi sapere esattamente da dove arrivino tutti i suoi soldi, spiega sempre il Fatto Quotidiano.

I nomi toscani e le cifre

Nel 2020 ci sono state le Regionali, anche in Toscana. Social Changes ha investito 315.500 euro per sostenere la campagna elettorale di 20 candidati del centro-sinistra in Emilia Romagna, Veneto, Liguria, Toscana. La lista è lunga, molti sono stati eletti.

Vi compaiono Pietro Bean (21.500 euro), Federica Benifei (22.400 euro), Barbara Cagnacci (23.800 euro), Andrea Costa (3.500 euro), Luca Garibaldi (9.900 euro), Daniele Lorenzini (14.300 euro), Antonio Mazzeo (5.300 euro), Iacopo Melio (10.000 euro), Francesco Micheli (9.900 euro).

Ci sono poi Antonio Mumuolo (1.400 euro), Alessandra Nardini (6.900 euro), Fabrizia Pecunia (5.600 euro), Antonella Pepe (8.000 euro), Massimiliano Pescini (3.000 euro), Emma Petitti (18.000 euro), Marilena Pillati (22.000 euro), Raffaella Raimondi (30.000 euro).

A questi del Pd si aggiungono infine 10.000 euro dati a Simone Bartoli, segretario regionale della Toscana per Articolo Uno, e altri 10.000 euro a Rosario Brillante, candidato alle Regionali in Toscana per la lista Sinistra Civica Ecologista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finanziamenti esteri alla politica: decine di migliaia di euro dagli Usa ai candidati PD alle ultime elezioni regionali toscane

FirenzeToday è in caricamento