Cronaca

Rifredi: picchia la figlia perché troppo all'occidentale 

Intervento della polizia dopo una lite in casa. Il 51enne fermato con l'accusa di maltrattamenti

Accesa lite ieri pomeriggio all'interno di un appartamento di Rifredi, a seguito del quale la madre è corsa in strada a chiedere aiuto per sfuggire alla violenza del marito. Un diverbio scaturito dal fatto che l'uomo non provvedesse al sostentamento della famiglia perché avrebbe speso i soldi in altro. 

Dopo aver richiesto aiuto, la 42enne è rientrata in quanto all'interno dell'abitazione era rimasta solo la figlia con il padre. Qui avrebbe trovato l'uomo con in mano un coltello, brandito in direzione anche della minore. 

Lo sfarfallio dei lampeggianti della polizia ha riportato la calma. Gli agenti hanno fermato l'uomo, 51enne marocchino, con l'accusa di maltrattamenti. Da quanto riscontrato, le violenze nei confronti della compagna andavano avanti da anni a volte degenerando e coinvolgendo anche le figlie. Proprio una di queste era stata bastonata perché, a dire del 51enne, si sarebbe vestita troppo all'occidentale. Addirittura una volta l'ira dell'uomo si sarebbe rivolta contro la ragazza perché portava un trucco giudicato troppo pesante. 

Il 51enne è finito nel carcere di Sollicciano -  in attesa della convalida del fermo - con l'accusa di maltrattamenti.  

Violenza: sequestrò la cognata, condannato
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifredi: picchia la figlia perché troppo all'occidentale 

FirenzeToday è in caricamento