Novoli, studenti feriti al volto e accoltellato a festa universitaria: tre arresti per tentato omicidio

Un'altra persona è tuttora ricercata, li hanno inseguiti fino all'ospedale

Arrestate tre persone per la violenta aggressione avvenuta lo scorso 15 marzo ad una festa universitaria all'interno del Polo universitario di Novoli. Si tratta di tre pregiudicati di origine marocchina, due fratelli di 38 e 32 anni e un 21enne.

Sono stati fermati giovedì scorso, anche se la notizia si è diffusa solo da poche ore, in via Baracca dai carabinieri della stazione di Rifredi, dopo indagini coordinate dal sostituto procuratore di Firenze Ester Nocera.

I tre, pregiudicati, senza fissa dimora e non regolari sul territorio nazionale, sono accusati di tentato omicidio, rapina e lesioni personali in concorso. I carabinieri da giorni erano sulle loro tracce, poi l'operazione in via Baracca. Già avvenuta, nel fine settimana, la convalida del fermo da parte del gip.

Sono stati individuati e rintracciati anche grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona e alle testimonianze del personale medico, dei feriti e dei presenti alla festa. Una quarta persona è tuttora ricercata.

Secondo quanto ricostruito, i presunti autori dell’aggressione, dopo essersi introdotti alla festa, avrebbero circondato una delle vittime per rubargli il portafoglio, dove c'erano 60 euro. La vittima l'ha chiesto indietro e per questo sarebbe stato ferito al volto con una bottiglia di vetro rotta.

Un altro studente, intervenuto in aiuto del ragazzo aggredito, è stato a sua volta colpito al volto con la bottiglia rotta e, durante la fuga, anche accoltellato all'addome con un coltello che gli ha in parte reciso un’arteria tanto da rendere necessario un intervento chirurgico d’urgenza a Careggi per salvargli la vita.

Il 118, nel frattempo intervenuto, ha portato i due ragazzi feriti, anche loro entrambi di origine marocchina, al pronto soccorso dell'ospedale di Careggi.

Gli aggressori, secondo quanto ricostruito, li hanno seguiti fino all'ospedale dove hanno tentato di aggredire alcuni amici delle vittime, per fuggire soltanto alla vista di una pattuglia dei carabinieri.

Le indagini proseguono per verificare eventuali responsabilità di altri persone, oltre ai tre arrestati e all'altro ricercato, nella vicenda. I tre arrestati sono ora nel carcere di Sollicciano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus, Giani: “Con questi numeri Toscana gialla o arancione”

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 25 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 27 novembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento