menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il corteo arrivato in Piazza della Resistenza

Il corteo arrivato in Piazza della Resistenza

Femminicidi: fiaccolata a Scandicci a un mese dall'assassinio di Dao

La donna è stata uccisa dal marito Rosario Giangrasso

Un mese fa il 53enne Rosario Giangrasso ha ucciso con un martello la moglie Dao, 43enne di origini tailandesi, nel loro appartamento di Scandicci. La vicenda ha sconvolto la città. Giangrasso e la famiglia erano seguiti da tempo dai servizi sociali, l'uomo con gesti eclatanti aveva denunciato più volte la sua difficile situazione economica, ma in pochi avrebbero potuto prevedere che il 53enne sarebbe stato capace di compiere un gesto così efferato.

Ieri Scandicci ha ricordato la donna uccisa brutalmente. Un corteo di circa 150 persone è partito dalla casa del popolo di Vingone ed è arrivato in Piazza della Resistenza. Ad aprire la marcia uno striscione con scritto: "Fiaccolata contro ogni femminicidio, insieme per Stella". Dao infatti era chiamata Stella. Dietro allo striscione i partecipanti avevano in mano le fiaccole unite tra loro con un unico filo rosso. Un gesto che ha voluto trasmettere il messaggio per cui insieme è possibile combattere la violenza. Quando il corteo è arrivato in Piazza della Resistenza il filo rosso è stato tagliato in tanti pezzi e donato ai presenti. Tra gli intervenuti anche il sindaco di Scandicci Sandro Fallani. "Solo con unità e coesione - ha detto il primo cittadino - e sentendosi parte di un gruppo è possibile prevenire la violenza". 

L'iniziativa è stata organizzata da Arci - Scandicci. Presenti anche rappresentanti della comunità tailandese che hanno ringraziato gli organizzatori per la fiaccolata. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Scuole Sicure, monitoraggio online sull’andamento dei contagi

  • Arte: i tesori di Firenze

    Pietà Bandini di Michelangelo: il restauro "live"

Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento