Cronaca

Sequestrati 13mila farmaci cinesi anti-Covid 

Le consegne sarebbero state effettuate a domicilio

Foto di Pexels da Pixabay

Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, volta al contrasto dei traffici illeciti con particolare riferimento alla situazione emergenziale sanitaria, la guardia di finanza di Firenze ha fermato un’auto condotta da una cittadina di origine cinese che trasportava diversi quantitativi di medicinali, in alcuni casi indicati anti Covid-19 e non autorizzati per l’importazione e la vendita sul territorio.

A seguito del rinvenimento dei primi farmaci all’interno del veicolo, una pattuglia del gruppo tutela mercato capitali del nucleo di polizia economico-finanziaria ha esteso le attività di controllo all’abitazione della donna, dove sono stati rinvenuti diversi  scatoloni di medicinali di provenienza cinese per un totale di 10.000 pillole, indicate come efficaci contro il COVID-19 e non autorizzate, nonché quasi 3.000 tra confezioni di
sciroppo e bustine granulari per il contrasto ai sintomi influenzali nonché diversi sacchi contenenti un preparato di erbe definito anti-Coronavirus. 

Il sostituto procuratore Ester Nocera ha disposto il sequestro di tutti i medicinali, fermandone immediatamente la commercializzazione che sarebbe emersa avvenire anche attraverso consegne a domicilio, mentre la donna è stata denunciata per ricettazione, commercializzazione e
somministrazione abusiva di medicinali privi di autorizzazione.

Farmaci e droghe via Telegram 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 13mila farmaci cinesi anti-Covid 

FirenzeToday è in caricamento