Pontassieve, false fatture: scoperta evasione per 1 milione di euro

Nei guai due imprenditori del settore pelletteria

In seguito a controlli fiscali eseguiti nei confronti di due imprese di Pontassieve operanti nel settore della pelletteria, gli uomini della Guardia di Firenze hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente, disposto dal Tribunale di Firenz,e che ha riguardato due autovetture e denaro e beni per 200mila euro nei confronti dei rispettivi titolari, entrambi cinesi, responsabili di un’evasione fiscale di 1 milione di euro circa, attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti.

In particolare, le attività d’indagine condotte dai Finanzieri della Tenenza di Pontassieve hanno permesso di constatare gravi e numerose violazioni alla normativa fiscale, sia di natura amministrativa che penale, che consistevano nel ridurre artificiosamente il proprio reddito imponibile attraverso la registrazione in contabilità di costi inesistenti, ottenuti grazie alla complicità di soggetti compiacenti che si sono prestati ad emettere, a richiesta, fatture per vendite mai avvenute.

I due imprenditori asiatici, secondo le indagini, si rivolgevano ad altri connazionali, che avevano creato società fittizie, vere e proprie “scatole vuote”, al solo scopo di fornire, a domanda, costi inesistenti ad altri imprenditori. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Paura all'aeroporto di Peretola: tenta di disarmare militare dell'Esercito

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento