rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Evasione fiscale da 4,5 milioni: 12 imprenditori cinesi denunciati

Operazione della guardia di finanza, denaro inviato in Cina in piccole somme per evitare controlli

Sequestrati oltre 4,5 milioni di euro a 12 imprenditori di origine cinese residenti a Firenze, Prato e Roma. L'operazione, condotta nei giorni scorsi dalla guardia di finanza e resa nota oggi, ha riguardato 64 conti bancari, 11 immobili, 12 autoveicoli, contanti e quote societarie.

Il provvedimento, emesso dal gup di Firenze Anna Liguori su proposta della procura, costituisce lo sviluppo delle ispezioni avviate dalla polizia tributaria di Firenze dopo le operazioni “Cian Liu”, “Cian Ba” e “Cian Ba 2012”, eseguite tra il 2011 e 2012.

Tali operazioni svelarono l’esistenza di un'attività criminale che, tramite “money trasfer”, inviava in Cina grosse somme di denaro di provenienza illecita, frutto di attività economiche in nero e non dichiarate.

Il denaro contante veniva inviato in 'piccole' quote, inferiori ai 2mila euro, così da eludere le autorità di controllo. Gli intestatari delle operazioni erano persone fittizie o soggetti ignari di quanto accadeva. I 12 imprenditori cinesi, a seguito delle verifiche fiscali, sono stati denunciati per infedele e omessa dichiarazione fiscale.

Dal 2011 ad oggi sono 50 le persone di origine cinese denunciate, con oltre 15 milioni di euro totali sequestrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione fiscale da 4,5 milioni: 12 imprenditori cinesi denunciati

FirenzeToday è in caricamento