rotate-mobile
Cronaca Empoli

Evade il fisco sfruttando la cooperativa sociale per migranti

Stefano Mugnaini, ex titolare del Consorzio Multicons, gestiva in Toscana diversi centri di accoglienza

Condannato in rito abbreviato a tre anni di reclusione per evasione fiscale ed emissione di fatture false Stefano Mugnaini, ex titolare del Consorzio Multicons di Montelupo Fiorentino, che gestiva in Toscana diversi centri di accoglienza per migranti, dichiarato fallito nel 2021. Lo scrive La Nazione.

Il gup Maurizio Caivano ha inoltre condannato, con le medesime accuse, a 1 anno e 4 mesi cinque altri imputati, tutti prestanome, italiani e stranieri, e tutti nullatenenti, che sarebbero stati messi a capo di alcune cooperative. Per tutti è stata ordinata la confisca di beni per un valore complessivo di circa 7 milioni di euro, l'equivalente delle imposte evase dal consorzio Multicons, e dalla società Tosco Side e dalle cooperative Az Total, Azzurra Empolese e Valdelsa Logistica.

Inchiesta Multicons: centri per migranti e maxi evasione fiscale, Mugnaini non risponde al gip

Mugnaini è stato invece assolto dall'accusa di emissione e utilizzazione di fatture false per operazioni inesistenti per le coop Servizi Toscana, Terre d'Arno e Az Total.

L'arresto per evasione

Mugnaini, originario di Capraia e Limite - riporta ancora La Nazione - era stato arrestato nel luglio 2019 con l'accusa di aver evaso 3 milioni di euro, tra il 2012 e il 2017, attraverso l'emissione di fatture false per circa 17 milioni di euro. L'indagine, coordinata dal pm Leopoldo De Gregorio e condotta da guardia di finanza e carabinieri, è partita da un controllo sull'utilizzo da parte del consorzio di alcuni fondi pubblici erogati per l'accoglienza dei migranti.

Castelfiorentino: picchiò migranti nel centro accoglienza, 7 anni di carcere al gestore

L'imprenditore, hanno ricostruito le indagini, otteneva contratti di appalto per facchinaggio, pulizie e trasporti a prezzi concorrenziali. In realtà, secondo l'accusa, riusciva a concludere affari vantaggiosi perché non versava l'Iva e i contributi previdenziali per i dipendenti di alcune coop del gruppo e poteva praticare importi bassi di mercato.

La condanna per lesioni

In vicenda parallela - riporta La Nazione - nel novembre 2020 lo stesso Stefano Mugnaini fu condannato dal tribunale di Firenze a 7 anni per aver aggredito il 12 febbraio 2016 due migranti ospiti di un centro di accoglienza per richiedenti asilo da lui gestito a Castelfiorentino. Mugnaini fu condannato per rapina, lesioni personali e calunnia. Condannati a 5 anni anche due addetti del centro, accusati di rapina e lesioni in concorso con Mugnaini. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade il fisco sfruttando la cooperativa sociale per migranti

FirenzeToday è in caricamento