Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Evasione dal carcere di Sollicciano: ricerche in tutta Italia

Rafforzati i controlli alle stazioni dei bus e negli scali ferroviari. Ipotesi fiancheggiatori

Le forze dell'ordine continuano a dare la caccia ai tre detenuti evasi ieri sera dal carcere di Sollicciano. I tre, tutti cittadini romeni, sono fuggiti calandosi con delle lenzuola. Dopo i primi controlli nelle zone limitrofe alla casa circondariale, come nella zona di Ugnano e nel comune di Scandicci, con alcune perquisizioni dentro alcuni casolari, adesso la nota di ricerca è stata estesa a tutto il territorio nazionale.  "Stiamo lavorando fianco a fianco con la polizia di stato – ha affermato Donato Capece, segretario generale del Sappe – con numerosi posti di blocco in strada". "Avevano la fine pena nel 2018. Ora dovranno scontare anche questa, li prenderemo". 

Le ricerche vanno avanti in parallelo anche negli scali ferroviari e nelle stazioni dei bus.  Due dei tre detenuti evasi erano stati arrestati all'inizio del mese con l'accusa di furto e ricettazione e facevano parte di una banda che aveva svaligiato numerosi negozi con la tecnica della spaccata. Il terzo detenuto era invece in carcere da settembre. Da quanto ricostruito il trio, Ciocan Danut Costel, Bordeiano Costel e Doncin Constantin Catalin, sarebbe evaso facendo un buco nel muro della cella. Poi si sarebbero calati nel cortile e avrebbero scavalcato il muro di cinta. Si suppone che il trio si sia appoggiato a dei complici, qualcuno li avrebbe attesi fuori con un'auto per portali via in fretta. Per accertarlo si stanno visionando i video delle telecamere di zona. 
 

L'evasione, secondo la Fp Cgil, sarebbe da imputare non a negligenze del personale quanto alle carenze delle carceri su cui peserebbe investimenti non adeguati.  "Carenze di organico, strutture obsolete, mancanza di strumenti adeguati - ha commentato il segretario nazionale della Fp Cgil, Salvatore Chiaramonte -. Questo è il quadro delle carceri in Italia, queste le ragioni dell'ennesima evasione. È tempo di tornare ad investire nel sistema penitenziario del nostro Paese, altrimenti si rischia il collasso del sistema stesso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evasione dal carcere di Sollicciano: ricerche in tutta Italia

FirenzeToday è in caricamento