Aeroporti toscani: in Argentina perquisizioni a casa del magnate Eurnekian

La polizia di Buoenos Aires indaga su corruzione e tangenti

Eduardo Eurnekian, l'imprenditore che "controlla" anche gli aeroporti della Toscana, sembra essere finito in una grossa inchiesta per corruzione e tangenti a Buenos Aires. La scorsa notte, infatti, nell'ambito di quella che è stata definita "la causa dei quaderni" la polizia argentina ha perquisito la casa e due uffici di Eurnekian che, attraverso il conglomerato Corporación América, controlla svariate imprese in più settori.​ Eurnekian, tra le varie imprese, controlla la società Corporación America Italia che detiene il 62,8% di Toscana Aeroporti, società che gestisce gli scali aerei di Firenze e Pisa.

Oltre alla residenza dell'imprenditore a San Isidro, gli agenti hanno preso documenti e svariato materiale anche negli uffici della Corporación América e di Aeropuertos 2000 nel quartiere Palermo della capitale.

L'imprenditore era stato convocato dal magistrato per un interrogatorio a metà dicembre ma poi tutto è stato rinviato. Da quanto si apprende, tutto sarebbe partito dalle dichiarazioni di un operatore della famiglia, Hugo Eurnekian, che avrebbe dichiarato di avere consegnato denaro illecito a Roberto Baratta, ex funzionario del precedente governo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 18 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

  • Coronavirus, nuova ordinanza: vietato consumare cibo e bevande sul posto e nel raggio di 50 metri 

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 20 novembre 2020, le previsioni segno per segno

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 23 novembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Rinnovo della patente di guida: tutte le informazioni

Torna su
FirenzeToday è in caricamento