rotate-mobile
Cronaca Centro Storico

Amianto, reato prescritto ed esplode la rabbia anche a Firenze

Morti da Amianto, il reato è prescritto e sono stati azzerati i risarcimenti riconosciuti in Appello

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, tuona contro i giudici della Corte di Cassazione: "Li hanno uccisi 2 volte. La prima è stato l'eternit e chi sapeva ma non è intervenuto. La seconda un sistema giudiziario che in 18 anni non accerta la verità e si arrende. E la seconda crea ancora più angoscia della prima".

Ad intervenire in merito al caso che sta creando indignazione in tutta Italia è anche la consigliera comunale di Firenze, Cristina Scaletti. L'ex assessore regionale alla Cultura e Turismo scrive su Facebook: "Come fa la Cassazione a sostenere che il reato per l'eternit e il relativo risarcimento per le famiglie delle vittime possa essere prescritto in quanto risalente al 1986 quando le persone a Casale Monferrato continuano a morire vittime dell'amianto? Come si fa a non provare un senso di amarezza e di indignazione rispetto a una sentenza che toglie la voce a tutte quelle famiglie che continuano a perdere cari per colpa dell'eternit? Ma dove é la Giustizia in Italia?".

Dopo le notizie giunte da Roma dove la Sentenza era attesa per lunedì ed invece è arrivata fulminea, sono stati numerosi i commenti nei Social in un territorio, quello toscano, continuamente interessato dalla presenza in amianto: ultimi due casi finiti in cronaca sono dovuti al maltempo che ha scoperchiato alcune fabbriche a Cerreto Guidi e le tubature dell'acquedotto di Firenze, 225 km di eternit tra Sesto Fiorentino e provincia di Firenze. Oramai sono molti i cittadini che conoscono quali e quanto siano delicate le procedure di smaltimento del cemento-amianto, proprio per la sua estrema pericolosità.
L'Osservatorio Amianto che raggruppa vittime e familiari chiederà al procuratore Guariniello un Processo Bis per omicidio ed è già pronto il ricorso alla Corte di Strasburgo.


Le reazioni sul territorio italiano sono durissime: in molte località industriali od ex industriali si muore ancora poiché l'OMS stessa riconosce al materiale cancerogeno la possibilità ed anzi la caratteristica di mostrare effetti tumorali a distanza di anni. E' il caso dell'asbestosi, la malattia polmonare che ha colpito numerosi ex operai nel corso di questi anni a partire dagli anni '80 in cui l'Eternit è stato presentato con il materiale del futuro ed attraversando il 1993 quando venne bandito per legge dal territorio nazionale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, reato prescritto ed esplode la rabbia anche a Firenze

FirenzeToday è in caricamento