menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo Vecchio in rosso, Nardella: "Erba alta? Non ci sono soldi"

Il sindaco torna a mettere in guardia sul maxi deficit: "Dobbiamo ridurre spese e manutenzione"

"Vi state accorgendo che alcune aree verdi sono chiuse e in altre l'erba è alta. Questi sono gli effetti della crisi di bilancio dei Comuni. Dovendo ridurre le spese non possiamo mantenere adeguatamente gli spazi verdi".

A dirlo, questo pomeriggio in consiglio comunale, il sindaco Dario Nardella, che torna a lanciare un allarme sugli conseguenze economiche per le casse comunali dovute all'emergenza coronavirus.

"Stiamo lavorando anche ad altri modelli di gestione: ampliando il coinvolgimento della cittadinanza e delle associazioni per la gestione di spazi verdi. Già dalla prossima settimana avremo nuovi progetti al riguardo. Ad esempio sulle aiuole della stazione avremo associazioni di volontariato che gestiranno l'area e sponsor privati che contribuiranno economicamente al mantenimento", ha aggiunto il sindaco, che nelle scorse settimane era arrivato a lanciare più volte la 'provocazione' (ma provocazione non più di tanto) di arrivare a spegnere i lampioni.

Il nodo resta sempre lo stesso, i 200 milioni di mancate entrate (in buona parte effetto dell'azzeramento del turismo e quindi dei previsti introiti di tassa di soggiorno, ticket dei bus turistici e del trasporto pubblico locale, biglietti dei musei civici), cioè quasi un terzo dei 630 milioni di euro di spesa corrente messa nel bilancio 2020.

Il buco da 200 milioni peraltro per il momento è soltanto "una stima", spiega Nardella, confermata dallo stesso primo cittadino anche ai tecnici del Ministero dell'economia e finanze. La richiesta a Roma resta sempre la stessa: aumentare i fondi per tenere in vita i Comuni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Galleria degli Uffizi e Palazzo Pitti: ecco quando riaprono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento