Empoli: accolto per motivi umanitari spaccia eroina 

Trovata una ventina di grammi di stupefacente

Ieri pomeriggio gli agenti di polizia del commissariato di Empoli hanno arrestato un 22enne nigeriano dopo averlo sorpreso con numerose dosi di eroina in via Massimo d’Azeglio. Poco prima il giovane, in Italia senza fissa dimora, con permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari, alla vista dei poliziotti aveva lasciato cadere quattro involucri di stupefacente. Indosso la polizia ne trovati altri 23 - per un totale di quasi 20 grammi - oltre a due telefoni cellulari e 110 euro in contanti.   

Il 22enne, peraltro, era già noto perché in settembre era stato sorpreso con dell'eroina in bocca. Dopo esser finito in tribunale per la direttissima è stato sottoposto all'obbligo di firma presso il commissariato di Empoli.  

Morti per droga: come evitare

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Archeologia: scoperto gigantesco santuario dedicato ad Apollo

  • Campi Bisenzio: nuovo casello autostradale 

  • I turisti non tornano, i residenti se ne vanno: Firenze è sempre più vuota

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Caffè Rivoire, nuovo proprietario: "Ne farò un brand internazionale da esportare nei luxury mall"

  • Invimit: in Toscana in vendita 70 immobili per un valore di oltre 15 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento