Coronavirus e divieti, la denuncia: "Di fronte alla Leopolda proseguono spaccio di droga e assembramenti"

Il presidente del comitato di quartiere: "Questa situazione deve finire, impossibile andare avanti così"

Nonostante i divieti anticoronavirus, il Comitato Teatro Comunale torna a denunciare spaccio di droga e assembramenti davanti alla ex stazione Leopolda e nei pressi della fermata della tramvia Porta al Prato (vedi foto sopra, scattata domenica sera).

"Questa situazione non è più tollerabile e deve finire", commenta il presidente del comitato, Alessandro Papini. Alcuni residenti negli scorsi giorni avevano diffuso un video con una rissa di fronte alla Leopolda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei giorni successivi ci sono stati controlli e denunce da parte delle forze dell'ordine. "Ma spaccio di droga e assembramenti continuano, tutto questo - conclude Papini -, non è più sostenibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento