Droga, smantellato il 'supermercato dello spaccio' alla Fortezza da Basso: le reazioni politiche

La destra attacca: “Renzi e Nardella complici morali”. Il sindaco ringrazia la polizia sui social, twitta anche Salvini

Non si fanno attendere le reazioni politiche dopo la grande e complessa operazione della Polizia di Stato che ha portato a smantellare quello che il procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo ha definito “un vero e proprio supermarket dello spaccio” alla Fortezza da Basso.

Mesi di appostamenti, agenti infiltrati e videoriprese effettuate con telecamere nascoste, fino alla vasta operazione che ha portato all'arresto di 25 persone, quasi tutte di nazionalità nigeriana, ad eccezione di due marocchini.

“A più riprese avevamo denunciato una presenza ingombrante di immigrati nordafricani che giorno e notte occupavano letteralmente i giardini, adesso 'liberati'. Le piazze sono state abbandonate a incuria e degrado. Renzi-Nardella complici morali del clima di paura, hanno consentito una vera invasione di gruppi di spacciatori che controllano le piazze e il traffico di droga”, attacca il consigliere regionale Paolo Marcheschi, candidatosi pochi giorni fa a sindaco di Firenze per Fratelli d'Italia.

“Ringrazio le forze dell'ordine e la magistratura per l'operazione che ha portato agli arresti. Ora questi delinquenti devono stare in carcere e pagare per i reati che hanno compiuto”, dice il deputato fiorentino del Pd Gabriele Toccafondi.

Supermarket dello spaccio alla Fortezza: 25 arresti

Sull'operazione sono intervenuti anche il sindaco Dario Nardella e il ministro dell'interno Matteo Salvini. “Grazie alle Forze dell'Ordine per i 26 spacciatori (inizialmente si era diffusa la notizia di 26 arresti, sono invece 25, ndr) arrestati a Firenze. È evidente il cambio di passo sollecitato dal governo. Conto che la magistratura aiuti in questo percorso di legalità”, le parole del ministro dell'Interno.

Sullo stesso social è intervenuto anche Nardella. “Ringrazio la polizia di stato, la polizia municipale e la magistratura per l’ottimo risultato di contrasto allo spaccio che ha portato a ben 26 arresti per droga al giardino della Fortezza. La lotta allo spaccio è una nostra priorità per la vivibilità di Firenze e la legalità”, ha scritto su Twitter il sindaco.

Le immagini diffuse dalla polizia: come funzionava lo spaccio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani: "La Toscana torna arancione dal 4 dicembre"

  • Coronavirus: Giani preme per anticipare il ritorno in zona arancione (e gialla)

  • Coronavirus: nuova ordinanza in Toscana  

  • Natale: 6 libri ambientati a Firenze da mettere sotto l'albero

  • Ex Panificio Militare: i lavori per la nuova Esselunga slittano ancora

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 1 dicembre 2020, le previsioni segno per segno

Torna su
FirenzeToday è in caricamento