Cronaca

Traffico di cocaina tra Italia e Olanda: bloccata organizzazione

L'indagine tra Italia e Paesi Bassi nata dopo una brutale rissa a Novoli per il predominio nel mercato della prostituzione

Conclusa un'operazione antidroga della polizia italiana e olandese che ha portato all'arresto di sette persone ritenute responsabili, a vario titolo, di traffico internazionale di stupefacenti, riciclaggio e detenzione abusiva di armi da fuoco e da guerra. Gli arrestati sono tutti cittadini albanesi accusati di aver creato un sodalizio che importava droga dal Sudamerica. Gli stupefacenti, cocaina e marijuana, arrivavano nei porti di Anversa, Amsterdam e Rotterdam. Dopo aver fatto "scalo" nei Paesi Bassi, gli stupefacenti venivano trasportati all'interno di vani segreti ricavati dentro le auto. I canali di smistamento andavano a toccare Germania, Inghilterra e Italia. In particolare, nel nostro Paese, è stato individuato un deposito in Puglia. Droga, che grazie ad accordi con i clan Di Cosimo e Parisi, sarebbe poi andata a rifornire anche le piazze del Barese. La fornitura, con una purezza della "polvere" che toccava il 97 %, consisteva in circa 20 chili di cocaina al mese.

L'indagine, che ha portato all'utilizzo della forma di collaborazione Jit (Joint Investigation Team) – la prima volta in Italia della polizia di stato – è nata da alcuni approfondimenti investigativi a seguito di una brutale rissa avvenuta nel 2015 in Piazza delle Medaglie d'Oro a Firenze. In quell'angolo di Novoli si affrontarono due gruppi in modo sanguinario per regolare dei conti nell'ambito dello sfruttamento della prostituzione. La polizia ha poi scoperto che vi erano dei legami con il traffico di narcotici. Da qui le indagini coordinate dalla procura fiorentina - Direzione Distrettuale Antimafia (DDA) – al fianco delle autorità giudiziaria olandese.

"Ottima questa forma di collaborazione - ha spiegato il procuratore capo Giuseppe Creazzo -. La criminalità lavora senza confini e questi non devono esistere nemmeno tra le forze di polizia. La differenza rispetto al passato è che il pm capeggia entrambi i team".

Durante l'incontro con la stampa è stata anche palesata la pericolosità dei soggetti coinvolti. Durante un anno e mezzo di indagini sono state sequestrate otto armi da fuoco e una bomba a mano. In tutto sono stati tolti dal mercato 700 chili di marijuana. E 4 milioni di euro di cocaina, circa 140 chili.

BLITZ DELLA POLIZIA AD AMSTERDAM

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di cocaina tra Italia e Olanda: bloccata organizzazione

FirenzeToday è in caricamento