Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Montelupo Fiorentino

Montelupo: doping agli uccelli da richiamo per farli cantare di più, nei guai allevatore|FOTO

La scoperta dei carabinieri forestali durante un controllo

Un allevatore di Montelupo Fioretino, pensionato, è stato denunciato dai carabinieri forestali di Empoli e dal nucleo investigativo di polizia forestale per maltrattamento di animali tramite somministrazione di sostanze dopanti ed esercizio abusivo della professione medico veterinaria.

Tutto è nato da un controllo effettuato dai militari, con la collaborazione di due inanellatori ed un medico veterinario, presso un allevamento di avifauna adibito a richiami vivi - cioè a uccellini - per la caccia. Dal controllo è emerso che in uno dei locali adibiti all'allevamento, erano stipati in un frigorifero numerosi farmaci, sia ad uso veterinario che umano, fra i quali alcuni a effetto dopante.

 "Mi servono per un progetto scientifico sperimentale" si sarebbe giustificato l'allevatore. Per niente convinti, gli uomini dell'Arma hanno contattato il magistrato di turno in procura, per poi perquisire tutti i locali nella disponibilità dell’allevatore. Così i carabinieri hanno trovato e sequestrato altri farmaci dopanti, reti da uccellagione (non consentite) e oltre 100 uccelli tra merli, tordi e cesene in pessime condizioni che sono stati trasferiti in un centro specializzato.

"Il doping esiste anche per gli uccelli da richiamo - spiegano i forestali - e la pratica da parte dei cacciatori di somministrare sostanze dopanti agli uccelli, per farli cantare più a lungo, purtroppo è diffusa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montelupo: doping agli uccelli da richiamo per farli cantare di più, nei guai allevatore|FOTO

FirenzeToday è in caricamento