rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca

Cortei e manifestazioni: si ampliano le zone del centro off limits alle proteste

Firmato provvedimento del prefetto, sulla scorta delle manifestazioni di dissenso per le misure sanitarie

Per i più critici, si utilizza la 'leva' delle confuse e assillanti proteste no vax e no green pass per vietare il dissenso - qualunque tipo di dissenso - nel 'salotto buono' della città. Per altri, al contrario, è una misura di buon senso che potrebbe finalmente servire a 'decongestionare' il martoriato centro storico fiorentino. Sia come sia, il dato di fatto è che il prefetto di Firenze Valenti ha da poco firmato un nuovo provvedimento che - spiega una nota prefettizia - "dispone ulteriori interdizioni alle manifestazioni in aree e vie pubbliche del capoluogo fiorentino".

In pratica, non si potrà più manifestare in alcune aree del centro, oltre a quelle già 'storicamente' vietate per motivi di sicurezza. Non si tratta di una decisione improvvisa: il dado era stato tratto già a margine dell'ultimo comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, svoltosi lo scorso 3 dicembre, quando erano stati aggiornati gli ambiti territoriali nei quali non sono consentiti cortei e assembramenti.

Green pass, maxi-riunione in prefettura: scatta la stretta sui controlli

L 'aggiornamento' avviene alla luce di una recente direttiva del Ministro dell’Interno, emanata dopo le ripetute manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto che hanno interessato i centri storici di numerose città italiane. Il provvedimento - spiega ancora la nota prefettizia - "ha trovato ampia condivisione con l’amministrazione comunale e con i vertici delle forze di polizia".

Le "No protest area"

Come detto, la nuova disposizione del prefetto amplia le aree interdette includendo, oltre alle zone individuate della precedente direttiva del 2009 (aree prospicienti la sede del Consolato degli Stati uniti d’America e vie che delimitano il perimetro della Sinagoga ebraica; Piazze della Signoria, del Duomo e di San Giovanni; vie che conducono agli ospedali fiorentini di Santa Maria Nuova e complesso di Careggi; divieto di effettuare cortei in direzione opposta a quella di marcia dei veicoli nei viali di circonvallazione), le seguenti ulteriori aree:

•    l’interdizione di manifestazioni nelle aree prospicienti la sede del Consolato degli Stati Uniti d’America e nelle vie che delimitano il perimetro della Sinagoga ebraica; 
•    l’interdizione delle manifestazioni nelle piazze della Signoria, del Duomo (ad eccezione di manifestazioni e presidi sotto il palazzo della Regione), San Giovanni, della Repubblica e San Lorenzo, nonché nel Piazzale degli    Uffizi e in Ponte Vecchio;
•    l’interdizione di cortei nelle vie che conducono agli ospedali fiorentini di Santa Maria Nuova e del complesso di Careggi, nonché nelle aree limitrofe agli hub vaccinali; 
•    il divieto di effettuare cortei in direzione opposta a quella di marcia dei veicoli nei viali di circonvallazione.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cortei e manifestazioni: si ampliano le zone del centro off limits alle proteste

FirenzeToday è in caricamento