rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Disney Store: intesa per passaggio lavoratori al gruppo Percassi

Incentivo per chi non accetta la ricollocazione

A un mese dalla chiusura dei battenti dei quindici negozi Disney Store c'è intesa sul passaggio dei lavoratori del marchio statunitense alle dipendenze di D-Retail, società interamente controllata dal gruppo Percassi che opera nel retail commerciale, anche in formula franchising, e  presente nel Paese con 125 negozi e con altri punti vendita nel sud Europa in Francia, Spagna, Grecia e Portogallo. Lo riferiscono i sindacati del commercio.

L'intesa, siglata al ministero del Lavoro da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs e dalla direzione aziendale, troverà applicazione per un minimo del 70% dell'attuale organico Disney (pari a 224 lavoratori), cioè 156 addetti, "con una oscillazione del 10%", che accetteranno formalmente il passaggio senza soluzione di continuità e con conseguente mantenimento dell'anzianità convenzionale, retribuzione, livello e ogni elemento del proprio rapporto di lavoro a far data dal 1 novembre 2021.

Entro il 6 ottobre, per esigenze organizzative, il gruppo Percassi chiede la verifica della percentuale di adesione. Decorso questo termine la disponibilità si intenderà non più vincolante. I lavoratori entro il 20 ottobre perfezioneranno l'accettazione dell’offerta, previa sottoscrizione del verbale di conciliazione. Le posizioni offerte riguardano "solo ruoli non coperti da attuali dipendenti" e "solo nelle città dove esiste un fabbisogno" di aumentare l'organico: Milano, Torino, Bergamo, Bologna, Venezia, Verona, Roma, Firenze, Catania e Napoli.

D-Retail s'impegna a non recedere dal rapporto di lavoro con il singolo dipendente per motivi unicamente economici per 15 mesi decorrenti dalla data di assunzione. Disney Store, in virtù di un ulteriore accordo siglato in sede ministeriale sulla chiusura della procedura di licenziamento, riconoscerà ai lavoratori che non transiteranno al gruppo Percassi, un incentivo all`esodo di 13 mensilità lorde oltre a un ulteriore importo, destinato anche ai lavoratori che accetteranno il passaggio, pari a 3mila euro a titolo di corrispettivo per la rinuncia nei confronti della società e del gruppo Disney.

Per i sindacati di categoria "è un segnale importante che nell'ambito di una situazione di difficoltà del settore, derivante in primis dagli effetti della pandemia, ci sia stata la manifestazione di disponibilità alla salvaguardia occupazionale da parte di un gruppo italiano che gestisce brand internazionali, soluzione che coinvolge oltre il 70% della platea dei lavoratori coinvolti dalla procedura di licenziamento consentendo così di ridurre l`impatto della dismissione operata dal gruppo Disney".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disney Store: intesa per passaggio lavoratori al gruppo Percassi

FirenzeToday è in caricamento