menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana, droga e alcol tra i minori: si abbassa l'età dei ricoveri

Dati preoccupanti dalla conferenza promossa questa mattina dalla Regione sulle dipendenze. In carico ai servizi sociali anche 13enni e 14enni. Tra le dipendenze più gravi il gioco d'azzardo

In Toscana sono 516 i minori dipendenti in carico ai servizi sociali. Si tratta di giovani che consumano abitudinariamente alcol, cocaina, eroina, hashish. Tra loro ci sono anche alcuni tredicenni e quattordicenni, anche se la maggior parte di loro ha un'età compresa tra i 16 e i 18 anni.

Numeri e dati preoccupanti, fuoriusciti durante la conferenza regionale sulle dipendenze tenutasi questa mattina a Firenze e promossa dall'assessorato al Welfare della Regione. "L'età delle persone dipendenti - ha detto Arcangelo Alfano, responsabile dipendenze della Regione -, si abbassa sempre di più, e anche i servizi sociali si adeguano a questo cambiamento".

Complessivamente, sono circa 20mila le persone con problemi di dipendenza in carico ai servizi: 12 mila tossicodipendenti, 5 mila alcolisti, 1.300 giocatori d'azzardo, 1.500 tabagisti. Sono 50 le comunità terapeutiche, in gran parte gestite dal privato sociale.

I Sert sono invece 40, e sempre 40 sono le equipe alcologiche, 40 le equipe per il gioco d'azzardo, 26 i centri antifumo. Tra le dipendenze che preoccupano maggiormente i servizi c'è quella del gioco d'azzardo, dove, secondo Alfano, "sono almeno 20 mila le persone che avrebbero bisogno di essere curate". (Agenzia Dire).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento