"Occhio ragazzi": un avvertimento nato a Firenze negli anni '80

La storia del detto è collegata ad un fatto di cronaca nera che ha sconvolto la città gigliata tra il 1968 e il 1985: il Mostro di Firenze

La locandina (foto www.lacasebooks.com)

“Occhio ragazzi”, “non fate tardi”, “guarda la strada a destra e sinistra prima di attraversare”. Sembrano le solite raccomandazioni che i genitori e i nonni ripetono all’infinito, ma uno di questi ha un’origine particolare e legata strettamente alla cronaca nera di Firenze.

Molti avranno ricordi nitidi di quegli anni e di cosa avvenne, altri inevitabilmente ne avranno sentito parlare. Mi riferisco al Mostro di Firenze e ai suoi duplici omicidi avvenuti tra il 1968 e il 1985 nella provincia di Firenze. Le sue vittime erano giovani coppie che si appartavano per godere di un po’ d’intimità.

Negli anni ’80 iniziarono a venire affissi su autobus e muri dei manifesti con l’avviso “Occhio ragazzi” nei quali compariva un occhio che “ti guardava fisso” e un testo nel quale veniva chiesto alle coppie di non andare in posti isolati, soprattutto di sera e di notte, ma di preferire luoghi con già altre persone presenti.

In poche parole i giovani venivano spinti a rischiare di farsi vedere. Questo sottolinea quanto la situazione fosse pericolosa e fuori controllo: nessuna delle vittime del Mostro si salvò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio da questo avviso è nata l’espressione, adesso molto comune, “occhio ragazzi” che ancora oggi ha la stessa valenza, ma senza la tragicità con cui veniva utilizzata negli anni ‘80.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 14 settembre 2020: le previsioni segno per segno

  • Crisi Coronavirus, la Cgil: "Hotel Villa La Vedetta chiude, 15 dipendenti a casa"

  • Lavoro: posto fisso in Comune, concorso a Empoli

  • Enoteca Pinchiorri: l'asta delle bottiglie ha fruttato più di 3 milioni di euro

  • Sesto Fiorentino: scivola in bagno e batte la testa, muore 12enne

  • Caso positivo di Covid alla Dino Compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento