rotate-mobile
Il caso / Sollicciano

Detenuto di Sollicciano muore in ospedale: chiesta l’autopsia

L’uomo, in coma da due settimane, era stato ricoverato a Careggi dopo un malore in carcere

Qui il link per seguire il canale whatsapp di FirenzeToday

Potrebbe essere l'autopsia a stabilire le cause della morte di un uomo di 51 anni, di origine serba, avvenuta all'ospedale fiorentino di Careggi dove si trovava ricoverato in coma da circa due settimane, dopo che aveva avuto un malore nel carcere di Sollicciano, dov’era detenuto da meno di un mese per una misura cautelare. A darne notizia è l’agenzia LaPresse. 

La richiesta di eseguire l’esame autoptico, avanzata dai familiari del 51enne, è stata presentata dal legale dell'uomo, l'avvocato Francesco Del Pasqua. Il detenuto, secondo quanto riferito dal suo legale, non soffriva di patologie note e in alcune lettere indirizzate ai familiari avrebbe parlato di risse e aggressioni all’interno del carcere. Da qui il dubbio per i familiari che il loro congiunto possa essere stato vittima di percosse che abbiano causato il malore risultato poi fatale.

Condizioni disumane in carcere, arriva lo sconto di pena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto di Sollicciano muore in ospedale: chiesta l’autopsia

FirenzeToday è in caricamento