Tasse evase: Denis Verdini dovrà pagare 5 milioni

Lo ha stabilito la commissione tributaria della Toscana

Denis Verdini dovrà pagare 5 milioni di euro di tasse evase in materia di Ires, Iva, Irap e Irpef, “in relazione alle sue attività editoriali, per le quali è stato in parte prescritto e in parte condannato per truffa ai danni dello Stato”. Lo riporta l’edizione di Repubblica oggi in edicola.

La decisione è stata stabilita dalla commissione tributaria regionale della Toscana e ribalta quella della commissione provinciale del 2016, che accolse il ricorso del senatore.

“Verdini - scrive la Repubblica -, fu salvato grazie ad un emendamento alla legge di stabilità 2016 proposto da Scelta Civica. Ma ora la decisione è stata rovesciata sulla base di una sentenza della Cassazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IN EVIDENZA: Verdini condannato a 9 anni per bancarotta e truffa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caldo torrido su Firenze: tre giorni di allerta meteo

  • Incendio in fabbrica a Mantignano: colonna di fumo sulla città / FOTO

  • Era scomparso da giorni, Alvaro trovato morto

  • Coronavirus: 217 in quarantena per l'ultimo focolaio

  • Coronavirus: impennata di nuovi casi, cluster di giovani

  • Allieva della Scuola Marescialli dei carabinieri sorpresa a rubare in un supermercato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FirenzeToday è in caricamento