rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Cronaca Rovezzano

Spaccio e degrado, i residenti di Rovezzano: “Una zona diventata terra di nessuno”

A chiedere aiuto sono i residenti che abitano vicino alla stazione di Rovezzano: "Non possiamo continuare così, la situazione è ormai invivibile”

Continuano ad arrivare segnalazioni dalla zona di Firenze Sud, relative alle situazioni di degrado in vari quartieri. A chiedere aiuto sono i residenti che abitano vicino alla stazione di Rovezzano.

Spaccio di droga e tanta paura per gli abitanti, che vorrebbero un aiuto concreto per migliorare la situazione: “Vicino alla ferrovia ci sono dei giardini che sono diventati veri e propri centri per lo spaccio di droga – racconta un residente -. Vediamo gli spacciatori operare anche di giorno, ma è soprattutto la sera che c'è la maggiore concentrazione. Nei pressi della stazione, ogni giorno, ci sono resti di carta stagnola, bustine tagliate e bottiglie di birra. Controlli non si vedono mai. La zona è stata abbandonata a se stessa: non c'è solo spaccio, ma anche furti di biciclette, e spesso si scatenano delle risse".

"Una situazione - continua il residente - che va avanti da più di un anno. Le zone interessate sono quelle del Varlungo, Via Rocca Tedalda, fino appunto a Rovezzano. E' come se tutta questa zona fosse diventata una terra di nessuno. Abbiamo paura, soprattutto per i nostri figli e per chi rimane da solo in casa durante il giorno. Questo è un quartiere dove ci sono tanti bambini e tanti ragazzi. Prendere il treno la sera è diventato impossibile. E non parlo delle undici la sera o mezzanotte, ma delle otto la sera. Anche a quell'ora trovi persone che contrattano per comprare droga, dalla cocaina alla eroina fino all'hashish. Siamo stufi di questa situazione".

“Ormai la zona di Rovezzano è diventata un circolo di spaccio a cielo aperto – afferma preoccupata un'altra abitante del quartiere -. Qua vicino c'è un centro gestito da un'associazione dove aiutano i nostri ragazzi a fare i compiti scolastici e riunisce i giovani della zona. Il problema è che si trova vicino al punto dove queste persone vanno a spacciare. Io ho una figlia, e tutto i giorni deve essere accompagnata o da noi o da un suo amico, perché passare da sola è molto pericoloso. Addirittura, tra la stazione e le case, c'è un parcheggio che nessuno usa, perché la gente ha paura di scendere dall'auto e parcheggiarla lì".

"Abbiamo fatto delle segnalazioni alle forze dell'ordine - prosegue la donna - ma ci dicono solo che sanno della situazione. Ad agosto, l'assessora Albanese venne in via Marangoni. Io passai per parlargli della nostra situazione, lei ci disse che tutto sarebbe stato sistemato. E' tanto che provo ad andarci a parlare ma, sistematicamente, non mi riceve. Non possiamo continuare così, perché la situazione ormai è diventata invivibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio e degrado, i residenti di Rovezzano: “Una zona diventata terra di nessuno”

FirenzeToday è in caricamento