menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli occhi del David ©Giorgia Gobo

Gli occhi del David ©Giorgia Gobo

Il David di Michelangelo come non lo avete mai visto | FOTO

Foto uniche scattate dal ponteggio per il restauro. Firmato un accordo di 20mila euro per la collaborazione tra Galleria dell'Accademia e Friends of Florence

Un simbolo italiano nel mondo, una scultura del 1500 di una bellezza mozzafiato: il David di Michelangelo. Ogni due mesi il colosso viene "spolverato" o per meglio dire restaurato. Le sue condizioni sono sempre ottime, ma viene comunque costantemente monitorato.

Lunedì 29 febbraio le porte della Galleria dell'Accademia si sono aperte e hanno mostrato alla stampa una sfumatura diversa di un grande museo. Durante l'incontro è stato anche rinnovato, tra la direttrice della Galleria dell’Accademia, Cecilie Hollberg, e la presidente della Fondazione non profit Friends of Florence, Simonetta Brandolini, l'organizzazione no profit che si occupa della manutenzione delle opere michelangiolesche dal 2003 (Prigioni, San Matteo e Pietà da Palestrina), l’accordo di collaborazione per il 2016 per un totale di 20mila euro.

“Mi fa molto piacere poter prorogare questa convenzione divenuta ormai un appuntamento consueto - ha detto Cecilie Hollberg -. Soprattutto perché dimostra quanto interesse abbiano i Friends of Florence per la nostra Galleria dell’Accademia di Firenze". 

Chi l’avrebbe mai pensato che anche una statua come il David deve essere spolverata come una qualsiasi altra cosa?

Dal 2015 è Paola Rosa che si occupa degli interventi di manutenzione delle opere michelangiolesche della Galleria dell’Accademia "usiamo solo pennelli morbidi e aspirapolvere, nessun prodotto. La pulitura è così frequente in modo tale da non permettere allo sporco di accumularsi e cquindi poi costringerci ad usare dei detersivi che potrebbero danneggiare il David" ha detto Rosa a FirenzeToday.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento