Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

David di Michelangelo, altro scandalo: censurato in Scozia

Un ristorante di Glasgow costretto a 'tagliare' le nudità dell'opera per esporre la propria pubblicità in metropolitana

Il David di Michelangelo finisce di nuovo nel mirino a causa della sua presunta oscenità. Stavolta il simbolo della libertà repubblicana fiorentina è stato ritenuto inappropriato per la metropolitana di Glasgow, in Scozia, a causa della sua nudità. La pubblicità riguardava un ristorante nel centro di Glasgow, che fa parte del gruppo di strutture ricettive Drg.

Il poster mostrava David che mangiava un trancio di pizza e riportava la frase "Non c'è niente di più italiano". L'azienda che gestisce gli spazi pubblicitari della metropolitana di Glasgow ha rifiutato l'immagine iniziale del David, richiedendo una seconda versione dopo che gli adesivi della bandiera italiana sulla zona inguinale "non erano abbastanza grandi", ha dichiarato alla Bbc Nadine Carmichael, responsabile delle vendite e del marketing del Drg Group.

Prof cacciata da scuola per aver mostrato il David agli studenti: "E' pornografia"

Il direttore del Drg Group, Mario Gizzi, ha dichiarato che la sua azienda è rimasta "sconcertata" dalla decisione iniziale. "È un'opera d'arte riconosciuta a livello mondiale - ha dichiarato al quotidiano scozzese The Herald - e viene mostrata nelle scuole. Persone da tutto il mondo viaggiano per vederla a Firenze. Non siamo più nel 1500, ma nel 2023. Stiamo davvero dicendo che gli abitanti di Glasgow non possono sopportare di vedere una statua nuda?".

Alla fine  la pubblicità finale del ristorante, completamente ristampata e approvata da Global per l'esposizione, presenta la scultura di marmo tagliata in vita.

Il precedente

L'episodio fa seguito alla recente levata di scudi di alcuni genitori di una scuola privata della Florida contro la preside Hope Carrasquilla, 'rea' di aver autorizzato la foto del David da mostrare agli studenti di una classe della Tallahassee Classical School. In seguito Carrasquilla e la sua famiglia sono stati invitati dal sindaco di Firenze a vedere la statua di persona alla Galleria dell'Accademia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

David di Michelangelo, altro scandalo: censurato in Scozia
FirenzeToday è in caricamento