rotate-mobile
Pandemia

Covid, Nardella: “Lontani da zona gialla, spero in green pass anche per studenti a partire dalle medie”

Il sindaco chiede al governo di stringere le maglie, mercoledì la decisione sugli eventi collegati al Capodanno

"Nell'area metropolitana fiorentina viaggiamo tra i 350 e 400 contagi al giorno, ma l'occupazione dei posti letto, seppure in lieve crescita, per ora è largamente al di sotto della soglia che prevede il passaggio in zona gialla, dalla quale per ora siamo quindi lontani".

Così il sindaco di Firenze Dario Nardella, questa mattina, a margine di un'iniziativa organizzata a palazzo Medici Riccardi, dopo che gli ultimi dati, aggiornati ad oggi, parlano per la Toscana di 61 persone ricoverate in terapia intensiva (il 10,7% delle rianimazioni totali regionali, sopra in questo caso dunque alla soglia del 10% fissata per il giallo) e 345 nei reparti ordinari. In questo secondo caso siamo al 6,85% di occupazione dei posti letto, molto al di sotto della soglia fissata per il giallo (15%).

"Seguiamo con grandissima attenzione l'evoluzione della pandemia. Teniamo conto che il dato che dobbiamo guardare con più attenzione non riguarda l'aumento dei contagi, ma quello dell'occupazione dei posti letto, perché gli scienziati ci hanno fatto comprendere che la copertura vaccinale non impedisce il contagio ma impedisce, ed è la cosa più seria, che l'evoluzione della malattia porti a danni seri, anche fino alla morte. Questo è il dato di fondo. Ovviamente non facciamo previsioni, quello che conta è rispettare le regole previste", aggiunge il sindaco Nardella.

Considerazioni che potrebbero portare il primo cittadino a vietare gli eventi rimasti collegati al Capodanno, dopo che il concertone è già saltato per il secondo anno consecutivo. Su questo versante, si attende una decisione a giorni, entro il 23 dicembre.

"Qualunque misura che riguarderà il periodo di Capodanno e della Befana la prenderemo nei prossimi giorni, anche perché vogliamo attendere i risultati della cabina di regia del governo convocata il 23 dicembre. Sul Capodanno, sui piccoli eventi programmati per il 31 dicembre, aspettiamo dopodomani (cioè appunto mercoledì 23, ndr) per una decisione finale", le parole del sindaco.

Nardella è anche tornato a chiedere il green pass per gli studenti, a partire dalle scuole medie. Una richiesta, firmata nei giorni scorsi da diversi sindaci di tutta la Penisola, che ha incontrato l'opposizione dell'associazione nazionale dei presidi, in quanto potrebbe “compromettere il diritto all'istruzione dei ragazzi”.

“Spero che nella cabina di regia di giovedì 23 dicembre il governo preveda il green pass anche per tutti gli studenti, almeno a partire dalle medie: sarebbe un altro segnale di maggiore cautela per evitare la dad e l'aumento del contagio”, la richiesta infatti a Roma di Nardella, che chiede anche di abbinare green pass e tampone per i grandi eventi e vede con favore l'eventuale introduzione a livello nazionale dell'obbligo della mascherina anche all'aperto. “Per lo shopping natalizio e nei giorni di festa noi l'abbiamo già introdotto. Significa - conclude il sindaco -, che abbiamo colto nel segno”.

Obbligo di mascherina: i giorni e le strade

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Nardella: “Lontani da zona gialla, spero in green pass anche per studenti a partire dalle medie”

FirenzeToday è in caricamento