menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid e malamovida, la prefettura: "Ingressi contingentati in Santo Spirito nei weekend"

Le disposizioni varate dal comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica. Chiesti più militari a presidiare le piazze

Il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è riunito oggi, mercoledì 7 ottobre, in prefettura, ha definito una serie di misure per garantire il rispetto della normativa anti-contagio da Coronavirus nei luoghi di maggior aggregazione della città.

Alla riunione del comitato presieduto dal prefetto Laura Lega, hanno partecipato il sindaco Dario Nardella, gli assessori Gianassi e Vannucci, il questore Filippo Santarelli, il comandante provinciale dei carabinieri Antonio Petti, il comandante provinciale della guardia di finanza Fabrizio Nieddu, il comandante provinciale dei vigili del fuoco Gennaro Tornatore e il comandante della polizia municipale Giacomo Tinella.

Spiega una nota prefettizia: "In attuazione delle linee guida anti-assembramenti già varate il 17 giugno scorso, alla luce dell’esperienza maturata in questi mesi e in continuità con i contenuti del “Patto per Firenze Sicura”, sono state adottate le seguenti misure, già operative dal prossimo fine settimana e in orario serale: contingentamento delle presenze nelle aree della città di maggior affollamento; monitoraggio e controllo delle medesime aree al fine di richiamare le persone al rispetto delle disposizioni anti Covid (obbligo di utilizzo delle mascherine e divieto di assembramenti)".

"Le disposizioni saranno attuate nei luoghi di maggior affollamento a partire da Santo Spirito e rappresentano un attento bilanciamento tra l’esigenza di rafforzare le misure di sicurezza sanitaria, al fine del contenimento del recente incremento della curva epidemiologica, e quella di garantire la libertà e una vita sociale dei cittadini, con la possibilità di fruizione da parte degli stessi degli spazi pubblici e si inseriscono anche nel quadro delle iniziative di dialogo da tempo avviate con i comitati dei residenti, i rappresentanti dei gestori dei locali e le istituzioni interessate" spiega ancora la nota delle prefettura.

E inoltre: "In conformità alla circolare ministeriale del 2 ottobre scorso che prevede l’eventuale concorso del contingente dell’Esercito afferente all’operazione “Strade Sicure”, la prefettura ha provveduto a richiedere l’implementazione delle unità militari già assegnate, per imprimere ulteriore efficacia all’attività di controllo sul rispetto delle normative anti-contagio". Rafforzato anche il controllo davanti alle scuole e nei maggiori punti di snodo del trasporto pubblico locale.

Analoga attenzione verrà posta anche in tutti gli altri comuni dell’area metropolitana, come richiesto dalla Prefettura con una circolare diramata ai sindaci, affinché sia assicurata la massima vigilanza sulle misure anti-covid.

Santo Spirito: scattano le multe 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ristoratori e TNI bloccano di nuovo l'autostrada: tavolo per due in A1

  • Cronaca

    Coronavirus: 224 nuovi casi e 16 decessi a Firenze

  • Cronaca

    Ambulanti, protesta in piazza Signoria: "tornare subito al lavoro"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento