rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

"No al vertice Nato", in 400 sfilano per le vie del centro

Associazioni e centri sociali in piazza contro il vertice ospitato giovedì e venerdì a Palazzo Vecchio: "Firenze è città di pace, mentre la Nato promuove la guerra"

"Volete combattere l'Isis? Smettete di armarlo e finanziarlo". Anche il tema del terrorismo nel corteo di questa sera per protestare contro il vertice della Nato, ospitato domani e venerdì in Palazzo Vecchio. "No alla guerra per risolvere le controversie internazionali - chiede Sandro Targetti, tra gli organizzatori -. La Nato ha un ruolo di guerra, ed ospitarla a Firenze contraddice la storia di pace della nostra città".

Sullo striscione che apre il corteo si legge: "Le vostre guerre, i nostri morti. Basta guerre, basta Nato". Sono circa 400 le persone che, partite da piazza dell'Unità, passando per piazza San Lorenzo, Duomo e piazza della Repubblica, sfilano con bandiere intonando slogan contro l'Alleanza Atlantica.

"No alla guerra, vogliamo salario, casa, istruzione", ripete un coro, e un altro: "Se ci sono disoccupati, la colpa è dei padroni, non degli immigrati". Su un cartello si legge: "Un F35 sono 183 asili nido, 140 scuole messe in sicurezza". Tanti i cori anche in solidarietà della Palestina, la cui bandiera sventola all'inizio del corteo.

FOTO - Corteo contro il vertice Nato

"Domani a Firenze si apre un vertice di guerra, con una città chiusa e militarizzata - dice Alessandro Nannini, dei Cobas -. Si svendono sanità, trasporto e lavoro, ma per armi e guerre i soldi si trovano sempre". "Le istituzioni - aggiunge Edoardo Todaro, anche lui dei Cobas -, sono complici dei responsabili delle stragi di Parigi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No al vertice Nato", in 400 sfilano per le vie del centro

FirenzeToday è in caricamento