menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo omosessuale, via ai corsi di 'sensibilizzazione' per alberghi e ristoranti

Dopo il caso di una coppia respinta in Calabria si muove l’assessora Concia: “Al lavoro per diventare sempre più 'gay friendly'”

Corsi di sensibilizzazione per alberghi e ristoranti, per promuovere il turismo omosessuale e diventare una meta sempre più 'gay friendly'. A proporli è l'assessora al turismo del Comune di Firenze Anna Paola Concia, ieri a margine del consiglio comunale.

“L’Italia è al primo posto fra le mete del turismo omosessuale ma molti non la scelgono perché la considerano un Paese arretrato. Quello che è accaduto in Calabria nei giorni scorsi (due turisti gay sono stati rifiutati da una struttura ricettiva, con un messaggio whatsapp che diceva che non si accettavano animali e omosessuali, ndr) è un episodio gravissimo, che non fa che alimentare ancor più quest’idea”, spiega Concia, che ha anunciato di avere incontrato Alessio Virgili, presidente dell’associazione Italiana Turismo Gay e Lesbica.

“Insieme a Virgili, a partire da settembre - spiega Concia -, organizzeremo in città corsi di sensibilizzazione per albergatori e ristoranti con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’ospitalità delle nostre strutture ricettive nei confronti del turismo omosessuale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Casting per il nuovo film di Pieraccioni: come fare domanda

social

Cake Star a Prato: le tre pasticcerie in sfida

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento