rotate-mobile
Cronaca

Turismo omosessuale, via ai corsi di 'sensibilizzazione' per alberghi e ristoranti

Dopo il caso di una coppia respinta in Calabria si muove l’assessora Concia: “Al lavoro per diventare sempre più 'gay friendly'”

Corsi di sensibilizzazione per alberghi e ristoranti, per promuovere il turismo omosessuale e diventare una meta sempre più 'gay friendly'. A proporli è l'assessora al turismo del Comune di Firenze Anna Paola Concia, ieri a margine del consiglio comunale.

“L’Italia è al primo posto fra le mete del turismo omosessuale ma molti non la scelgono perché la considerano un Paese arretrato. Quello che è accaduto in Calabria nei giorni scorsi (due turisti gay sono stati rifiutati da una struttura ricettiva, con un messaggio whatsapp che diceva che non si accettavano animali e omosessuali, ndr) è un episodio gravissimo, che non fa che alimentare ancor più quest’idea”, spiega Concia, che ha anunciato di avere incontrato Alessio Virgili, presidente dell’associazione Italiana Turismo Gay e Lesbica.

“Insieme a Virgili, a partire da settembre - spiega Concia -, organizzeremo in città corsi di sensibilizzazione per albergatori e ristoranti con l’obiettivo di migliorare sempre di più l’ospitalità delle nostre strutture ricettive nei confronti del turismo omosessuale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo omosessuale, via ai corsi di 'sensibilizzazione' per alberghi e ristoranti

FirenzeToday è in caricamento