rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Corsa d’oro in taxi: 55 euro dall’aeroporto di Peretola a Bellariva

Una corsa in taxi dall'aeroporto di Peretola fino alla sede del Tg3 pagata oltre cinquanta euro. Nardella: "Verifiche per capire di chi sono le responsabilità"

Cinquantacinque euro, dall’aeroporto d Peretola a Largo Alcide De Gasperi, nella zona sud di Firenze. Per cosa? Una corsa in taxi con un risvolto salatissimo per l’utente. Si perché nel caso denunciato ieri dal Tg3 della Toscana, una donna è stata la sfortunata ‘vittima’ di una corsa pagata a peso d’oro, visto che mediamente il servizio costa la metà. E non è finita qui, prima di scendere dalla vettura il tassista, tra l’altro, le ha consegnato dal una ricevuta irregolare, visto che redatta e compilata su un modello fuori corso ormai da anni.

La corsa è partita davanti allo scalo fiorentino con destinazione proprio nella sede regionale della Rai. Alcuni tassisti sentiti durante la giornata di ieri non ci sono dubbi: per coprire la tratta in questione solitamente non si va oltre le 25-30 euro. Certo gli imprevisti non mancano, gli ‘scherzi’ del traffico sono sempre dietro l’angolo; dagli stessi microfoni del Tg3 Toscana il presidente della cooperativa Cotafi, Valter Del Bene, ha ricordato per esempio i blocchi del traffico nella zona dell’aeroporto, un elemento che potrebbe aver influito sul caso specifico.

Tuttavia restano un bel po’ di perplessità? La prima: perché il tassista, dopo che la donna ha regolarmente pagato la prestazione gli ha rilasciato una fattura utilizzando un modello scaduto, quindi non valida? Secondo: perché in quella stessa fattura avrebbe segnato un numero del taxi diverso dal suo? Si è infatti scoperto che il numero appartiene ad un altro collega tassista, ignaro di cosa sia successo. In sostanza quello documentato ieri dal Tg3 regionale parrebbe proprio il classico raggiro. Un episodio che non è piaciuto per niente in primis al vicesindaco di Firenze, Dario Nardella: “Si tratta di un fatto molto grave ma per fortuna non diffuso a Firenze. E’ inaccettabile pagare questa cifra per quello che è un servizio pubblico”. Nardella ha sottolineato inoltre che presto saranno fatte tutte le verifiche necessarie per capire “di chi sono le responsabilità. E chiederemo alle cooperative e alle categorie di rappresentanza dei tassisti di darci una mano”, perché siano loro “i primi a scovare irregolarità e ingiustizie”.

 

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsa d’oro in taxi: 55 euro dall’aeroporto di Peretola a Bellariva

FirenzeToday è in caricamento