Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Vaccini: quando potrebbero partire le somministrazioni per i ventenni e trentenni

Nel frattempo oggi via alle prenotazioni anche per i nati negli anni 1980 e 1981

Eugenio Giani, foto Agenzia DIRE

"Il generale Figliuolo ha dato un'indicazione netta a non disperdersi. Siamo arrivati ai quarantenni e oggi noi ci concentriamo fino a questa fascia d'età con un livello di priorità che continua, comunque, per gli over 60. Quindi per i ventenni e i trentenni è da luglio in poi, questa estate, la scadenza". Così dichiara il presidente della Regione Eugenio Giani, rispondendo questa mattina ad una domanda dei cronisti a margine dell'inaugurazione di un nuovo centro vaccinale a Calenzano, in merito all'apertura alle prenotazioni per la vaccinazione anti-Covid per i più giovani, ventenni e trentenni appunto.

"Sappiamo che a giugno arrivano 20 milioni di dosi in Italia, come annunciato dal generale Figliuolo (che martedì ha fatto tappa a Firenze con visita al centro vaccinale del Mandela Forum, ndr). Noi dobbiamo essere pronti ad avere questa ricca rete di centri. Vaccinare, vaccinare, vaccinare è l'imperativo. Oggi (ieri, ndr) se abbiamo poco più di 500 contagi è merito molto delle vaccinazioni", prosegue Giani. Prenotazioni per i vaccini che ieri si sono aperte anche ai nati negli anni 1978 e 1979, mentre oggi potranno prenotare i nati negli anni 1980 e 1981.

Quanto al tema, di cui si discute in questi giorni, delle vaccinazioni e soprattutto dei richiami ai turisti in arrivo, come misura magari proprio per favorire il settore del turismo "sono molto rispettoso delle indicazioni che arrivano dal commissariato nazionale - ha detto il presidente della Regione -. Non mi spingo oltre quello che ha detto il generale Figliuolo, che ha spiegato che prima di tutto vengono le vaccinazioni, poi vengono le vacanze".

"Come in tutte le cose - ha aggiunto Giani sull'argomento -, ci muoveremo con buonsenso e flessibilità, vedremo che se in Toscana per i toscani sarà possibile una modalità per cui possa esserci una compensazione nei luoghi di vacanza lo faremo", anche se attualmente "se uno che si è vaccinato a Firenze chiede di fare il richiamo a Bibbona, a Viareggio, sull'Argentario gli direi di no, perché non abbiamo un numero di dosi sufficienti per poter pensare a delle riserve per i vacanzieri. Può darsi che a luglio e ad agosto questo avvenga e in quel caso decideremo allora".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini: quando potrebbero partire le somministrazioni per i ventenni e trentenni

FirenzeToday è in caricamento