menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Giani: "Toscana vaccinata entro settembre"

Arrivate altre 20mila dosi di vaccino, entro il 25 gennaio altre tre forniture: "Siamo tra le Regioni con più vaccinati"

L'obiettivo "è avere la Toscana vaccinata a settembre", quando, dopo il rallentamento estivo, si fa più importante il rischio di diffusione del covid.

Il traguardo lo fissa il presidente della Regione, Eugenio Giani, nel corso di una conferenza stampa convocata questa mattina per presentare il nuovo portale web che conterà, in tempo reale, le somministrazioni dei vaccini nella nostra regione.

A questa mattina, fa sapere la Regione, sono 27.626 (ma il numero è in costante aggiornamento) le persone vaccinate in Toscana, di cui 5.524 nelle Rsa.

Giani rivendica anche "la capacità organizzativa della Regione, che ci sta consentendo una vaccinazione che porta la Toscana ad essere punto di riferimento nazionale. Insieme a Lazio, Veneto ogni giorno ci contendiamo il primato di chi ha somministrato più vaccini".

"Sono arrivati altri 20mila500 vaccini, la quantità prevista per completare la seconda fornitura di vaccini (il 5 gennaio ne erano arrivati solo 3.900, a cui si sommano i 20mila500 per arrivare al totale della seconda fornitura che ammonta a circa 24mila400 dosi ndr), che metteremo in distribuzione e quindi la programmazione sulla campagna di vaccinazione potrà andare avanti", aggiunge l'assessore regionale alla salute Simone Bezzini.

Vaccino, le prossime forniture

Per quel che riguarda l'approvvigionamento, sempre la Regione segnala le prossime consegne previste per le dosi del vaccino prodotto alla Pfizer: la terza è attesa tra il 12 e il 13 gennaio, la quarta il 18 e la quinta il 25.

"Le dosi di vaccino dovrebbero arrivare una volta a settimana, quindi se arriveranno puntualmente e nelle quantità che Pfizer e il commissario Arcuri ci hanno comunicato, saremo in grado di fare prima e seconda vaccinazione entro l'inizio di febbraio alle categorie selezionate per prime: operatori sanitari pubblici e privati, quelli delle Rsa e gli anziani ospiti. Nei prossimi giorni, poi - prosegue Bezzini -, si aggiungeranno le dosi di Moderna, anche se non ha un gran quantitativo aggiuntivo. Credo che dalla prossima settimana si sommeranno a quelle di Pfizer qualche migliaio di dosi ogni sette giorni.

"Gran voglia di vaccinarsi"

Pochi i no alla vaccinazione del sistema sanitario toscano e delle categorie fin qui ammesse. "Abbiamo un grande richiesta, le defezioni sono una esigua minoranza. La sensazione - sottolinea Bezzini -, è che ci sia una gran voglia di vaccinarsi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus: 526 nuovi positivi e 6 decessi in Toscana

  • Meteo

    Maltempo: nuova allerta in Toscana

  • Cronaca

    Sedicenne in fuga con l’influencer di TikTok

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento