menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus Toscana, "ottovolante" vaccini: Pfizer arrivati, Astrazeneca no, Moderna forse

L'annuncio di Giani: niente dosi Astrazeneca disponibili per chi si è prenotato per il primo e il 2 aprile, non sono ancora state consegnate

Pfizer si, AstraZeneca ancora no, Moderna forse. "Ottovolante" vaccinazioni in Toscana: l'approvvigionamento a singhiozzo dei vaccini rallenta infatti la corsa della campagna vaccinale, con la regione che si prepara a bloccare le somministrazioni del vaccino AstraZeneca previste per l'1 e il 2 aprile, a causa della mancata consegna della fornitura da 70.000 dosi. 

Andrà invece avanti a pieno regime la vaccinazione degli over 80, grazie alle 81.000 dosi Pfizer regolarmente arrivate. "Confermo - ha dichiarato il governatore Giani - che il programma vaccinale di questa settimana per gli over 80, nello schema che ci vuole portare per il 25 aprile ad avere somministrato una dose, almeno la prima, a tutti gli over 80, va avanti". Per Moderna invece si aspetta la fornitura da 35.000 flaconi che dovrebbe arrivare domani: ma il condizionale, di questi tempi, è d'obbligo.

Vaccini: via alle prenotazioni anche per i 70enni

"Per gli over 80 nessun problema - ha spiegato stamani a margine di una conferenza stampa il governatore Giani - sarà rispettata la tabella di marcia fissata, i vaccini saranno regolarmente inoculati dal medico di base. Per quanto riguarda le persone tra 70-79 anni nessun problema per chi ha la prenotazione dopo il 3 aprile perchè sarà rispettata, chi invece ha appuntamento il 1 e 2 aprile slitterà in avanti. Presumibilmente i vaccini arriveranno uno due giorni dopo, quindi abbiamo deciso di spostare le persone prenotate in orari precedentemente non coperti, quindi a Pasqua e Pasquetta, probabilmente nella fascia serale, dalle 20 a mezzanotte".

Il governatore della Toscana confida che con la fornitura AstraZeneca non ci siano ulteriori complicazioni: "non so per certo quando arriveranno, devo essere sincero: per telefono, in via informale, ci è stato detto che dovrebbero arrivare il 2 mattina. Noi siamo pronti a somministrare". Sul fronte Moderna, poi, "Speriamo che la previsione di consegna venga rispettata - dice Giani - ma anche in caso di ritardo non ci saranno contraccolpi nelle prenotazioni. Con Moderna abbiamo la comunicazione telefonica con i pazienti, abbiamo fermato le chiamate, ripartiranno quando saremo sicuri delle dosi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FirenzeToday è in caricamento