Cronaca

Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

Il presidente della Regione: "I numeri si sono abbassati". E l'indice Rt scende

"Abbiamo inviato a Roma i nuovi dati sulla situazione in Toscana, stavolta il tono è più tranquillizzante, anche ottimista. E' indubbio che abbiamo trasmesso dei dati che indicano che un cauto, moderato, ma deciso ottimismo può esserci". Lo ha detto il presidente della Regione Eugenio Giani parlando ieri sera in diretta Facebook sulla situazione in Toscana sull'emergenza Covid.

"Oggi (ieri, ndr) la Toscana è scesa sotto i 2mila nuovi contagiati con l'11,6% di tamponi positivi, davvero un numero basso rispetto a quanto avuto in passato", prosegue Giani, sottolineando anche un miglioramento del livello del tracciamento: "Dal 37% siamo passati al 90%".

Toscana torna sotto quota 2mila contagi

Discorso analogo sul fronte dei ricoverati. "Sono 2.101. Si procede a non più di 10, 15 ricoveri al giorno in più negli ultimi giorni", spiega Giani, rimarcando il piano di incremento dei posti letto al quale sta lavorando la Regione nelle ultime settimane.

Un esempio è l'ex Creaf a Prato, che Giani ha visitato negli ultimi giorni e dove si conta di recuperare 191 posti a dicembre. "E' bene ottenere questi posti per far riprendere le attività ordinarie negli ospedali".

La speranza di Giani: "Toscana arancione a inizio dicembre"

Giani può essere confortato anche dal nuovo dato registrato dall'indice Rt, l'indice di contagio, uno dei 21 parametri in base ai quali si determina il colore di una regione.

Ieri dalla cabina di regia di Roma, come riporta questa mattina La Repubblica Firenze, è filtrata la notizia che l'Rt è sceso a 1,35, rispetto al valore 1,8 registrato quando la Toscana è finita in zona rossa: era il più alto d'Italia.

"I dati ci fanno sperare che la Toscana possa tornare in zona arancione nei primi giorni di dicembre",  sostiene quindi Giani.

"Se poi non sono i primi giorni, ma metà dicembre - aggiunge -, l'impotante è che questa prospettiva possa esserci".

"I sacrifici che stiamo facendo stanno servendo per farci uscire da un'emergenza sanitaria che è stata molto forte a ottobre, ma che progressivamente si è stabilizzata, e ci possono portare a una situazione tendente a un graduale ritorno alla vita ordinaria", conclude il presidente. Mentre il governo intanto lavora ad un nuovo Dpcm in vista del Natale.

Come sarà il Natale: verso un nuovo Dpcm

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Giani: "Possibile Toscana arancione a inizio dicembre"

FirenzeToday è in caricamento